Un miliardo. Anzi di più: un miliardo e centomila bottiglie. Sono quelle con la mitica etichetta con la stella rossa uscite quest’anno dallo stabilimento di Ruspino, e che, sfidando la crisi, hanno continuato a moltiplicarsi sulle tavole di mezzo pianeta. Il traguardo è storico e l’azienda controllata dal gruppo Nestlé lo ha festeggiato con un evento che ha visto protagonisti soprattutto i circa 400 dipendenti bergamaschi che hanno affollato ieri il Centro Congressi (presenti tra gli altri anche il presidente della Provincia e il presidente della ) e a cui l’amministratore delegato del gruppo Stefano Agostini ha rivolto un tributo:

«Oltre al mix vincente legato a qualità del prodotto e marketing, che ha fatto della nostra bottiglia una vera icona del made in Italy, il successo è frutto della professionalità e della passione di ognuno dei nostri collaboratori». Nel dettaglio, 700 milioni di pezzi si riferiscono alle bottiglie di acqua minerale, oltre 250 milioni alle bibite e 115 milioni di aperitivi Sanbittèr.

Gioco di squadra
«Un record – ha aggiunto Agostini -, che testimonia la nostra grande reazione di fronte alla crisi: nonostante il calo dei consumi globale, la società ha confermato tutti gli investimenti e da inizio 2010 ha conosciuto una nuova stagione di crescita specie sul mercato americano: d’altronde questa è un’acqua unica dal punto di vista della salinità con un addizionamento leggero di CO2, che favorisce l’abbinamento con i grandi piatti della cucina internazionale. Non a caso la ristorazione è un segmento dove la crescita è continua».
Con una distribuzione che tocca 120 Paesi e una quota export che assorbe il 70% della produzione, grandi progressi si sono registrati verso gli Usa (176 milioni di bottiglie, +15%), e la Francia (160 milioni, +14%).
Anche sul fronte del fatturato, rispetto agli 877 milioni di euro del 2009 (il 70% relativo all’acqua minerale), «stiamo per chiudere l’anno con una crescita del 2-3% e contiamo di continuare i nostri investimenti anche nel 2011 – aggiunge Agostini – anno in cui puntiamo molto a crescere in due mercati molto interessanti come Cina e Brasile».

Presentatore del Galà dei record (ricco di filmati suggestivi e con «bottigliona record» miliardaria che appare nel finale), il direttore dello stabilimento di Ruspino Luigi Ravasio ha spiegato come «risultati del genere meritino un momento di condivisione: è la dimostrazione di come il nostro brand abbia superato i confini nazionali divenendo nel mondo il simbolo del territorio ».

Maurizio Ferrari – L’Eco di

Hotel, Alberghi e Appartamenti San Pellegrino TermeFotografie San Pellegrino Terme
EscursioniManifestazioniI Tesori del LibertyCartoline antiche