San Giovanni Bianco – da mercoledì sera è anche senza Pro loco. Il Consiglio direttivo si è dimesso. L’appello lanciato nei giorni scorsi, con il quale il presidente Mauro Pesenti e il suo staff avevano invitato chi fosse interessato a prendere le redini dell’associazione, non è stato raccolto. «Il nostro mandato naturale in realtà scadeva a luglio – ha detto Pesenti – ma da qui a luglio ci sono manifestazioni importanti come il , che occorre poter preparare con chi eventualmente proseguirà nel nostro incarico. Dimetterci nel bel mezzo delle attività estive non avrebbe senso».

Perso un finanziamento
Dopo aver fatto il punto delle iniziative organizzate per il 2010 dal giovane gruppo di Pro loco, Pesenti ha tracciato la situazione economica, affermando che le casse sono in attivo, nonostante «abbiamo perso un prezioso contributo alle Pro loco elargito della Provincia – ha detto – e a cui potevamo accedere, come ci aveva spiegato l’assessore provinciale alla Cultura Giovanni Milesi. La colpa è di tutti: Milesi ha ammesso di essersi dimenticato di farci accedere a quel finanziamento, ma anche noi abbiamo la nostra parte di colpa dal momento che abbiamo aspettato che se ne occupasse lui».

In aiuto delle scuole
«Visto la disponibilità finanziaria avevamo pensato di fare una donazione all’istituto comprensivo di , di questi tempi in grosse difficoltà economiche. Ho contattato il dirigente scolastico e ci siamo accordati sulla donazione: non avverrà in forma di denaro ma sarà convertita in beni, necessari per il proseguimento delle attività scolastiche. Pensavamo quindi di procedere all’acquisto di circa 300 euro di materiale che saranno consegnati alle scuole».

«Inoltre, prima di rimettere il mandato, intendiamo lasciare anche un contributo per l’eventuale gruppo che, in assenza di un nuovo direttivo della Pro loco, si interesserà all’organizzazione del Carnevale di fine febbraio». In questo senso è stata chiesta la disponibilità al gruppo «Lab-oratorio teatrale», da anni impegnato nell’organizzazione di spettacoli. «Lo scorso marzo – ha spiegato ancora Pesenti – diversi componenti hanno lasciato il gruppo, abbiamo stretto i denti e abbiamo superato l’estate, ma ormai siamo solo in tre. È tre anni che non faccio ferie perché dò anima e corpo per portare avanti questo impegno e ora sento che, personalmente, non posso più continuare».

Silvia Salvi – L’Eco di

Alberghi, Ristoranti, Trattorie, Bed and Breakfast San Giovanni BiancoFotografie San Giovanni BiancoEscursioniManifestazioniCartoline antiche