Isola di Fondra – Si aprono le porte delle case, delle cantine e delle stalle a Fondra e il paese si trasforma nel piccolo villaggio che assiste alla nascita di Gesù. Giunge alla sesta edizione il presepe vivente organizzato dalla comunità di Isola di Fondra che, per la prima volta, dopo i precedenti allestimenti nella frazione di Trabuchello, si sposta quest’anno nella frazione di Fondra. Domenica alle 14 il grande lavoro di preparazione vedrà il suo compimento nell’apertura del percorso per i visitatori.

Circa 50 le postazioni che riproporranno gli antichi mestieri e le tradizioni locali, coinvolgendo 200 persone, abitanti del paese e dei paesi vicini e tanti villeggianti. Artigiani, donne e bambini daranno vita al presepe, fino all’arrivo dei Re Magi che accompagneranno il corteo fino alla capanna di Gesù . Quest’anno la Sacra Famiglia sarà interpretata da Lanfranco e Margherita di con la piccola Allison. L’organizzazione dell’iniziativa è della parrocchia di Isola di Fondra, in collaborazione con l’amministrazione comunale e con il supporto di molti volontari, guidati dalla sapiente regia di Enus Milesi.

«La disponibilità delle persone è stata grande – spiega Milesi –. Molti vengono anche da e dalla , oltre che dalle comunità vicine. Ognuno mette a disposizione il suo tempo e il suo talento nel fare anche piccole cose che diventano però preziose per rendere più bello il presepe vivente ». I visitatori potranno lasciare le auto a Trabuchello da dove partirà un servizio navetta verso Fondra. Nella locanda allestita in paese sarà offerta la merenda con vin brulé e cioccolata calda.

Monica – L’Eco di