Valtorta – Una Dop, il formai dè mut, e due presìdi Slowfood, lo stracchino all’antica e il piccolo-grande agrì, sono stati il biglietto da visita della fiera zootecnica di , giunta all’edizione numero 66. La mostra concorso delle bovine di razza bruna, che ha richiamato numerosi operatori di settori ed una folta presenza turistica, è stata curata dall’amministrazione comunale che ha voluto confermare l’interesse e l’attenzione verso un settore primario per la , anche attraverso due significativi riconoscimenti.

Due targhe sono state infatti consegnate dal sindaco di Valtorta Piero Busi a due personaggi simbolo: un veterano come Abramo , che rappresenta sessant’anni di storia zootecnica ed arte casearia; e la «giovane speranza» Luca Regazzoni, enfant prodige che si è già distinto in passato e anche ieri nei concorsi e che ha accettato con coraggio la sfida di continuare a vivere e a lavorare nell’agricoltura in valle. «Sono due benemerenze importanti – ha spiegato Busi – dedicate a chi ha fatto la storia caseria di Valtorta, in oltre 60 anni di attività e chi invece affronta oggi le sfide del futuro in valle». Sul fronte della mostra, la valutazione dei capi, a cura dell’esperto di razza Anarb Daniele Galbardi – con la collaborazione dei tecnici Apa Luciano Locatelli e Beppe Midali- ha confermato buoni standard, che si traducono in elevata qualità del latte e della produzione casearia, con risvolti economici interessanti. Alla rassegna hanno partecipato una decina di aziende con un centinaio di capi. L’azienda Regazzoni Fernanda ha primeggiato con quattro primi premi di categoria. Tre primi premi sono invece andati proprio all’azienda di Luca Regazzoni, due ciascuna per le imprese guidate da Silvano Busi, Angelo Annovazzi e Domenico Busi.

Infine i premi speciali: per la mammella della mostra ha vinto ancora Luca Regazzoni, per la reginetta ha prevalso Silvano Busi e per la regina Domenico Busi. Hanno portato il saluto delle istituzioni Alberto Brivio presidente della provinciale, Andrea Besana dell’Assessorato provinciale all’agricoltura ed Alberto Mazzoleni presidente della di Valle , il cui assessore all’Agricoltura Orfeo Damiani ha ufficializzato il concorso della regina e della reginetta di valle cui parteciperanno i bovini premiati delle varie rassegne territoriali. La novità, in programma a Serina il 19 ottobre, promosso dalla Valle Brembana e dal , con il patrocinio della Bcc di Sorisole e e l’organizzazione affidata all’Associazione manifestazioni agricole e zootecniche di Valle Serina.

Sergio Tiraboschi – L’Eco di