stabelloFesta golosa per due weekend. Dietro le quinte tutta la frazione all’opera. Festa della taragna in partenza a di Zogno. Dalle 19 di oggi a domenica, e ancora da venerdì 18 a domenica 20, in calendario due weekend all’insegna di uno dei piatti top della tradizione bergamasca, anche se oltre alla polenta taragna, il menù prevede lo spiedino del «Pincia», piatti di cinghiale e , più altri primi e secondi piatti. Per i golosi, l’appuntamento alla 17ª edizione, è imperdibile: attesi in particolare, come negli altri anni, tanti buongustai dalla Bassa Bergamasca e della Brianza.

Così intere famiglie della frazione da qualche giorno sono all’opera per allestire le strutture o per iniziare il taglio della carne e delle verdure, mentre i più piccoli preparano addobbi, tovaglie e posate; un’intera frazione collabora per rendere sempre più ospitale la sagra. «È un momento di festa per tutti – spiegano Gilberto Vitali e Renato Ghisalberti, coordinatori della manifestazione –, non solo per chi viene a visitarci in queste sei serate, ma anche per l’intero paese e tutto lo staff. Tutti direttamente o indirettamente offrono il loro aiuto. Il vero valore aggiunto è la massiccia presenza di giovani e succede spesso che gli stessi ospiti chiedano di poter dare una mano».

Per la sagra, dunque, nella frazione sarà istituito il senso unico per evitare ingorghi nella stretta che attraversa il paese. Chi arriva da deve raggiungere e seguire le indicazioni verso Stabello; viceversa chi dalla frazione deve raggiungere può farlo solo scendendo in direzione di Sedrina. Per l’animazione, in programma anche l’elezione di Miss taragna, la premiazione del buongustaio proveniente da più lontano e della compagnia più numerosa che abbia raggiunto la festa in pullman: ai vincitori, . Il ricavato – come ogni anno – sarà devoluto per la ristrutturazione della casa parrocchiale di Stabello.

L’Eco di Bergamo