piazzatorrePiazzatorre – Due cugini si contendono la poltrona di sindaco nel Comune di . Il sindaco uscente Federica Arioli, con la lista «Progetto futuro», sfiderà infatti alle urne il cugino Michele Arioli, candidato nella lista «Per ». La sfida «familiare» non è però una novità in questo piccolo centro dell’alta : nelle elezioni amministrative del 2004, tra le quattro liste presentate, quelle di Federica e Michele si erano attestate su un risultato di perfetta parità con 132 voti ciascuno. A si tornò quindi alle urne per il ballottaggio, che decretò la vittoria di Federica con 200 voti (58,31%) contro i 143 (41,69%) ottenuti da suo cugino Michele.

Ora il sindaco uscente si ripresenta alle urne con una lista completamente rinnovata che ha come simbolo una stretta di mani, «per superare le vecchie separazioni – spiega Federica Arioli, psicologa di 35 anni – delle liste storiche di Piazzatorre». Per Michele Arioli, libero professionista di 40 anni, la sua è una lista «equilibrata, perché vanta la presenza di parecchie che hanno già ricoperto incarichi amministrativi e di di tutte le età».

sfida su turismo e ambiente
Per i due cugini che si fronteggeranno a colpi di voto, le priorità del programma ruotano attorno al turismo, alla creazione di nuovi posti di lavoro e alla tutela delle risorse ambientali. Dare concreta attuazione al Piano integrato d’intervento, nato durante il mandato dell’Amministrazione uscente dalla concertazione tra pubblico e privato, che ha come obiettivo l’unione dei comprensori sciistici e l’incremento delle infrastrutture impiantistiche, è il primario obiettivo della lista «Progetto futuro» di Federica Arioli. «Se saremo rieletti – spiega la candidata – cercheremo di promuovere forme alternative di turismo, al fine di creare opportunità professionali e rilanciare l’economia del paese, rivalutando anche la possibilità di ripristino di un impianto di arroccamento alternativo». Per quanto riguarda l’ambiente, per la lista «Progetto futuro» è indispensabile promuovere il rispetto dell’ambiente mantenendo la certificazione ambientale già ottenuta durante il mandato che sta per scadere e promuovere degli interventi volti allo sviluppo di fonti di energia alternativa.

la difesa del lavoro
Incrementare i posti di lavoro sul territorio per i numerosi cittadini che sono costretti a vivere da pendolari, è la priorità della lista di Michele Arioli. «Piazzatorre è un paese con vocazione turistica – dice il candidato -, quindi bisogna cercare di migliorare sempre di più i servizi, come l’apertura della banca e il trasporto pubblico, per essere sempre più vicini ai bisogni di chi ci vive sia tutto l’anno sia per brevi periodi di vacanza». La lista «Per Piazzatorre» punta al miglioramento delle attività turistiche nei periodi invernali, perché «attualmente danno meno energia al paese – precisa Michele -, rispetto a quelle organizzate con successo nel periodo estivo». «Il paese ha un grande patrimonio boschivo da tutelare – conclude il candidato di «Per Piazzatorre» – e per la nostra lista è importante rilanciare il Consorzio forestale Alta Valle Brembana che ha sede in paese, per incrementare anche i posti di lavoro».

Eleonora Arizzi – L’Eco di

Hotel, Alberghi e Appartamenti a Piazzatorre
Fotografie immagini di Piazzatorre