Piazzatorre – Un nuovo polifunzionale occupa il capitolo di spesa più corposo nel bilancio di previsione approvato a . La realizzazione del nuovo edificio è stato anche l’argomento più discusso durante l’ultimo Consiglio comunale. L’opera, che avrà un costo di 398 mila euro e dovrebbe essere finanziata per metà dalla Regione e la restante parte dal Comune, servirà come sede di tutti i gruppi di volontariato e per ospitare le manifestazioni. «Il centro sarà realizzato solo se vinceremo il bando regionale – ha precisato il sindaco Michele Arioli –. Sarà un’opera di 200 metri quadrati su due piani, e sarà realizzata nella zona adiacente al campo da basket, in via Frassa, inserito nel ».

Perplessa, soprattutto per quanto riguarda i costi dell’opera, la minoranza «Progetto futuro»: «Il nuovo centro è inutile e la spesa di 200 mila euro che deve sostenere il nostro comune è troppa – ha detto Eugenio Arioli –. Esistono già un e uno da basket abbandonati, poi ci sono la palestra, il cinema e l’anfiteatro: la nuova opera è quindi superflua e si potrebbero riqualificare le strutture già esistenti». «È un’infrastruttura chiesta da chi in paese organizza le manifestazioni – ha replicato il vicesindaco Mario Arioli – e poi per partecipare al bando regionale bisogna costruire ex novo e non possiamo quindi utilizzare i soldi per la manutenzione degli edifici già esistenti».

«La realizzazione di questa struttura – ha precisato Giuliano Bianchi della minoranza –, porterà un nuovo indebitamento al Comune che, insieme a quelli per il percorso ciclabile e ai parcheggi in zona Gerù, raggiungerà quota 660 mila euro». Oltre al nuovo centro polifunzionale, nel bilancio di previsione, approvato con i nove voti della maggioranza, l’opera più importante è la costruzione di un percorso di 528 mila euro, finanziato per il 50% dalla Regione. Durante la seduta sono stati approvati all’unanimità l’aliquota Ici al 7 per mille sulle seconde e al 5,5 sulle attività commerciali. Approvata anche la convenzione con il Consorzio alta per la gestione della raccolta dei funghi, con i quattro voti contrari dei consiglieri di minoranza «per non aver rispettato i termini di approvazione che scadevano più di un mese fa».
A fine seduta, Federica Arioli, capogruppo della minoranza «Progetto futuro» ha presentato due interrogazioni inerenti il Piano integrato di intervento e il Piano di governo del territorio e un’interpellanza sul rinnovo del contratto ai consulenti tecnici comunali, che era scaduto a fine dello scorso anno ed è stato proposto a marzo con scadenza il 31 maggio.

A rispondere il sindaco Arioli. In sintesi: il Piano di governo è una priorità, ma non sarà realizzato finché non sarà operativo il Piano integrato, per il quale il comune deve solo sottoscrivere la convenzione (il sindaco ha dichiarato che è in attesa della convocazione da parte del notaio per la firma); il rinnovo dei consulenti tecnici, invece, è stato comunicato a marzo e, mentre un soggetto ha dato le dimissioni, l’altro sta usufruendo della proroga fino a fine anno.

Arizzi – L’Eco di

Hotel, Alberghi e Appartamenti a Piazzatorre
Fotografie immagini di Piazzatorre