Piazza Brembana – Primo via libera, non senza polemiche, per il Piano di governo del territorio (Pgt) di , adottato dal Consiglio comunale. Il documento ha ottenuto il voto favorevole della sola maggioranza («, un ponte per…»), il no del gruppo di opposizione «Piazza pulita» e l’astensione della lista «Per un futuro coerente». Il Pgt, presentato dall’ingegnere ed estensore del progetto Enrico Salvetti, «è pensato in funzione del duplice ruolo svolto da in alta . In primo luogo come centro di attrazione turistica e, allo stesso tempo, come paese che più di tutti offre e garantisce servizi a villeggianti e valligiani». Per quanto concerne la viabilità del paese è prevista la realizzazione di una rotatoria all’incrocio tra via Provinciale e via Aldo Moro, che porta alla stazione degli autobus e in centro, per chi proviene dalle gallerie. Una seconda rotatoria sarà realizzata tra l’uscita di verso Olmo al e, infine, è previsto un sottopassaggio pedonale su via Roma, da al cimitero e alla chiesa.

«Incremento che fa riflettere»

La polemica scoppia in Consiglio quando viene presentato il punto sulle nuove aree edificabili. «Il piano prevede tre ambiti di trasformazione residenziale – ha spiegato il sindaco Geremia Arizzi –. La prima in zona , la seconda in via Mulere e l’ultima in via San Carlo». Con l’ipotesi che, tra qualche anno, il paese passi da 1.200 a 1.600 abitanti. Un incremento che, come ha precisato Dimitri Donati del gruppo «Piazza pulita», «deve far riflettere, perché 400 abitanti in più non sono pochi. Dovremo garantire necessariamente maggiori servizi, aree verdi, parcheggi, scuole». Ma la polemica si inasprisce non appena viene illustrato il progetto di realizzare un centro commerciale. «Sarebbe possibile edificarlo nella zona della stazione, ma con ogni probabilità verrà scelta l’area di via dei Fosà. E – ha chiarito il primo cittadino Arizzi – avrà un’estensione di circa 900 metri quadrati».

«Nel programma elettorale il gruppo di maggioranza dichiarava di voler promuovere gli esercizi commerciali del paese – ha commentato Donati –. Ora però intende realizzare un supermercato in una zona periferica e marginale come via dei Fosà. Il paese, da polo attrattivo principale della valle, rischia di diventare un paese di transito. La scelta di un supermercato non ci ha mai visto favorevoli, ma un conto sarebbe l’apertura di una struttura simile in una zona più centrale del paese, che avrebbe potuto stimolare la concorrenza tra esercizi commerciali, un altro conto è in via dei Fosà». Per il sindaco il Pgt delineato «non comporta alcun stravolgimento», mentre per il vicesindaco Michele Jagulli «è una scelta politica, i cittadini avranno modo di valutarne il valore». Ora avranno 30 giorni per formulare le loro osservazioni.

Alberto Marzocchi – L’Eco di

Hotel, Alberghi, Ristoranti e Appartamenti Piazza BrembanaFotografie Piazza Brembana
EscursioniManifestazioniCartoline antiche