Piazza Brembana – Perché tutti gli ospiti siano di serie A. È questo il motivo per il quale di recente al centro sociale per anziani «Don Palla» di Piazza sono stati messi a nuovo gli arredamenti e l’impianto elettrico di 34 camere, equivalenti a 60 posti letto. A spiegare l’intervento il presidente del centro, : «La struttura originaria, con 85 posti letto, è stata ampliata di recente per poter accogliere 103 ospiti. La zona nuova era ovviamente più moderna di quella esistente e per poter dare un servizio di qualità a tutti gli ospiti abbiamo deciso di rimodernare con letti, armadi e accessori nuovi tutte le camere della struttura».

L’intervento di restyling dell’arredamento, dell’attrezzatura nelle camere e dell’impianto elettronico, e la realizzazione del controsoffitto nei corridoi, è costato 350 mila euro. Le opere di tinteggiatura delle pareti, invece, sono state realizzate gratuitamente da alcuni imbianchini dell’alta Brembana, ponendo attenzione ai colori per dare massimo livello di gradevolezza all’ambiente.

«I finanziamenti arrivano dalla Provvidenza», dice sorridendo. Una Provvidenza che ha i lineamenti di tante persone che si sono rese disponibili perché hanno a cuore il centro e i loro pazienti. «Con i soldi delle rette degli ospiti, copriamo la gestione ordinaria del centro – precisa –. Con le donazioni di persone generose, invece, possiamo permetterci questi interventi per mantenere un servizio di alto livello». I lavori di riqualificazione della struttura originaria sono terminati da poco, ma al centro «Don Palla» continuano i lavori di ampliamento. «La zona ex novo non aveva accesso dall’interno per i fornitori e per le autolettighe – spiega –, quindi stiamo realizzando un accesso carrabile che parte dalla strada pedonale che collega con ». Eseguiti dalla ditta Antonio Regazzoni di Olmo al , i lavori hanno un costo di 250 mila euro. «Parte delle opere saranno finanziate da un contributo regionale – precisa Busi –, mentre la restante quota sarà recuperata dalla vendita di sette dei 10 garage che saranno realizzati sotto il viadotto». Il nuovo collegamento viario completa il lotto di opere per la sistemazione dell’area esterna. È stato infatti realizzato da poco un ampio e gradevole giardino, privo di barriere architettoniche, con fontana e zone relax, che collega la parte principale con la sala polivalente.

Arizzi – L’Eco di