Approfitti di una bella giornata per andare a pescare e cosa ti trovi? Una bomba a mano. Una pericolosa più che miracolosa, che ha movimentato la giornata di un pescatore di di 40 anni. L’uomo si trovava in località Miralago, sulla sponda del cosiddetto laghetto di (ma in territorio di Moio) e stava appostato con canna e lenza quando ha scorto nell’acqua un oggetto che pensava potesse essere una lattina. Quando ha capito che si trattava di un piccolo ordigno (nella foto piccola), ha chiamato i . E i militari di hanno informato i vigili del fuoco di e la prefettura. «Ora si attende l’arrivo degli artificieri – spiega il caposquadra dei pompieri Diego Mascheretti –. Nel frattempo l’ordigno è stato posto sotto sequestro».

Sono in corso i lavori per la pulizia del fondale del lago – spiega il comandante dei carabinieri di Piazza Brembana Giovanni Martelengo – e da due giorni si stava ricolmando di acqua. Probabilmente proprio questi interventi hanno smosso la piccola bomba in alluminio, che ha raggiunto la riva. Quella zona era area di esercitazione e ospitava anche campi estivi e gare di tiro al piattello, per cui potrebbe essere un residuo di quei tempi. Si suppone possa risalire agli anni Sessanta-Settanta. Abbiamo informato la prefettura e nei prossimi giorni attendiamo gli artificieri che decideranno se disinnescarla o, eventualmente, farla brillare. Nel frattempo è stata depositata in uno stabile vuoto e posto sotto sequestro.

Silvia Salvi – L’Eco di Bergamo