Alta Val Brembana – Dal primo di giugno fino al 30 novembre, in alta Valle Brembana si potranno raccogliere solo con il permesso di raccolta. Con qualche novità per villeggianti e cercatori esterni. Infatti sia il Consorzio forestale della Valle dell’Olmo (che comprende i comuni di , Cassiglio, Cusio, Mezzoldo, , , Piazzatorre, Piazzolo, Santa Brigida e Valtorta più Piazza Brembana e ) sia quello della Val Fondra (Branzi, Carona, Foppolo, , Moio, Roncobello, Valleve, ) stanno approvando il nuovo regolamento che disciplina la raccolta funghi. Cosa cambia? Per la Valle dell’Olmo cinque euro in più per i villeggianti (35 totali) e dieci in più per gli esterni (cento euro) rispetto alle tariffe dello scorso anno sui tesserini stagionali e due euro in più sul tesserino giornaliero (dieci euro). Per i residenti sempre dieci euro per il permesso stagionale. Per la Val Fondra, invece, i costi dei permessi rimangono invariati. Inalterata, per entrambi i rami dell’alta Valle Brembana, la quantità giornaliera consentita di raccolta dei funghi: tre chilogrammi.

«I costi dei tesserini sono rimasti uguali per sette anni – spiega Stefano Enfissi, direttore tecnico del Consorzio forestale con sede a Piazzatorre –. Quello che abbiamo deciso non è di fatto un aumento, ma un adeguamento alla rivalutazione monetaria di questi anni». Non si può stabilire con certezza se i cercatori di funghi siano aumentati rispetto alla passata stagione. Ciò che è sicuro, invece, è che sempre più acquistano i tesserini. Nel 2011 sono stati venduti 1.264 permessi stagionali e 6.613 giornalieri. Che significa, confrontando i dati del 2010, ben 1.500 tesserini giornalieri in più. Il tutto per un importo di quasi 91 mila euro. «È stata una buona stagione – prosegue Enfissi – simile a quella del 2009. Il ricavato viene restituito ai comuni tenendo conto, tra le altre cose, dell’affluenza dei cercatori nel comune in cui si raccolgono i funghi. I soldi sono destinati alla manutenzione ambientale».

Anche le sanzioni per chi va a di funghi senza il regolare permesso sono aumentate: 25 nel 2011, contro le 14 dell’anno precedente. Il problema, però, rimane lontano dall’essere risolto. Il territorio è troppo vasto e Polizia forestale e provinciale non può coprirlo tutto. «I cercatori senza tesserino sono aumentati – dice il sindaco di Carona Giovanni Alberto Bianchi – perché gli incassi nella Val Fondra sono calati e i controlli sono meno frequenti».

Alberto Marzocchi – L’Eco di

http://forum.valbrembanaweb.com/funghi-valle-brembana-f109/news-sui-funghi-valle-brembana-eccoli-t3264.html