Sabato sull’ex statale, all’incrocio delle Cinque vie. Sarà videosorvegliato. Da sabato attraversare l’ex statale 470 della in località Cinque vie di sarà più sicuro; e nel contempo i veicoli in transito non dovranno più effettuare frenate improvvise causando rallentamenti per lasciare la precedenza ai pedoni. Sono stati ultimati, infatti, i lavori per la realizzazione del sottopasso pedonale in corrispondenza dell’incrocio semaforico tra via Pogliani e via Pietro Ruggeri da . Ora non sarà più necessario attraversare velocemente per evitare i rallentamenti del traffico o col pericolo di non essere stati notati dai mezzi di passaggio.

Ma, in futuro, l’apertura del sottopasso sarà ancora più importante per gli automobilisti: infatti quest’opera è propedeutica all’eliminazione dei semafori e alla riorganizzazione della viabilità interna del centro paese. Una volta realizzati anche i lavori alla stazione Sab di Zogno e conclusi quelli in corso al ponte Nuovo per realizzare il rondò, l’attraversamento del capoluogo sarà molto più rapido.

Alle «Cinque vie» sarà tolto il semaforo, da via Pogliani si potrà svoltare solo verso Bergamo, da via Ruggeri da Stabello solo verso San Pellegrino Terme. E chi arriverà da San sull’ex statale non potrà entrare in via Ruggeri da Stabello. I lavori dovevano essere ultimati lo scorso mese, ma abbiamo voluto migliorare alcuni interventi – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Lino . Gli scorsi giorni sono state ultimate tutte le finiture. Dopo l’inaugurazione tutti potranno passare tranquillamente.

Parecchia attenzione è stata posta anche ai disabili, grazie alla predisposizione di due ascensori. Attenzione è stata data anche alla sicurezza, con un impianto di videosorveglianza composto da quattro telecamere: due nel sottopasso e altre due interne agli ascensori che saranno costantemente collegate al comando di Polizia locale e andranno a integrare l’impianto già presente in paese. Insomma un luogo sicuro, confortevole e pratico da utilizzare.

Fra le curiosità di quest’opera, che ha comportato una spesa di circa 400 mila euro di cui buona parte di provenienza statale, la disposizione di due serpentine installate sotto le rampe che conducono al tunnel: riscaldandosi, renderanno sicuro l’accesso in caso di ghiaccio o neve. Inoltre una semplice prima modifica alla viabilità è già stata realizzata; è stato, infatti, invertito il senso di marcia su via Circonvallazione: prima era in discesa, ora invece il senso unico è in salita.

Non va dimenticato, inoltre, che sono stati ultimati anche gli interventi di riqualificazione di via Pogliani con un investimento di centomila euro: sono stati realizzati un marciapiede che da piazza Italia giunge al sottopasso, un nuovo impianto di illuminazione e la ristrutturazione del muraglione a valle. Sabato, alle 11, quindi, il taglio del nastro con il sindaco Angelo Capelli, gli amministratori, rappresentanti delle forze dell’ordine e il parroco per la benedizione.

Massimo Pesenti – L’Eco di Bergamo

Alberghi, ristoranti, pizzerie, Bed and Breakfast a Zogno
Fotografie, immagini di Zogno e le sue contrade
Escursioni sui sentieri di Zogno e le sue frazioni