pieni in per il fine settimana di Pasqua. Ma non ci saranno solo stranieri in arrivo dall’estero per godersi qualche giorno la città e le piste innevate: dalle di Confesercenti sembra che ci sarà una impennata del turismo locale. In particolare, nel giorno di Pasqua. Ancora impossibile valutare le ricadute economiche, si ipotizza che i turisti si fermeranno tutto il fine settimana nella . E non solo per le piste da . «In questo periodo – ha spiegato Roberto Amaddeo della Confesercenti – è la città che attira di più i turisti.

Anche i musei della Fondazione nella storia. Dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.30 si potrà accedere al Museo storico (sezione Ottocento) alla Rocca. Oppure visitare la Age of extreme, Mostra sulla prima metà del Novecento al convento di , e il Museo Monizettiano.

Dalle 9.30 alle 21.30 si potrà invece entrare al Campanone – Torre civica in piazza Vecchia. Inoltre, acquistando il biglietto cumulativo da 5 euro, «oltre al museo storico in Rocca – precisano dalla Fondazione – si potrà salire sul Campanone, la torre civica che dall’alto dei suoi 52 metri offre un panorama mozzafiato sui principali monumenti ed edifici storici della città, entrare nel museo Donizettiano e visitare i chiostri del convento di san Franscesco dove è stata temporaneamente riaperta la mostra. Age of Extremes». Insomma, i turisti troveranno numerosi siti storici da poter visitare durante le vacanze pasquali. Giornate che, soprattutto gli albergatori e i ristoratori, sperano non siano influenzate dalla crisi.

Una grande risorsa economica
Il rappresentante di categoria non ha dubbi su questo punto, anche se «è difficile dire ora quali ricascate ci saranno a livello locale in questo fine settimana. Sappiamo che i turisti si fermeranno alcuni giorni in città, e che soprattutto domenica sarà un turismo locale». Certo non mancheranno gli amanti degli sport invernali che vogliono godersi le ultime giornate sulle , ma «in questo periodo il flusso maggiore si registra in città». E la città offre diversi spunti per chi desidera visitarla. Per l’occasione, porte spalancate nei musei e la riapertura (già da oggi) anche della fontana del Lantro e le cannoniere di San Michele e di San Giovanni. Questi spicchi della potranno visitare gratuitamente dalle 9.30 alle 12.30 e dalle ore 14.30 alle 18.30. Inoltre, domenica e lunedì saranno aperti.

Davide Natali – Il Bergamo