Alpini di OrnicaDovrebbero cominciare il 5 novembre i lavori per la realizzazione della Tangenziale Sud di , 1° lotto, 2° stralcio da a .

La Giunta provinciale di giovedì 25 ottobre, su proposta dell’assessore alla Viabilità, Valter Milesi, ha approvato il progetto esecutivo da 47 milioni di euro, redatto dall’impresa Cavalleri di Dalmine, appaltatrice dei lavori.

Il progetto prevede:

  • la realizzazione un collegamento stradale, su sede nuova, da Stezzano a Dalmine. Il tratto, di due chilometri, di una corsia per marcia,

  • il quadruplicamento della Villa d’Almè-Dalmine, dal cavalcavia in prossimità del casello dell’autostrada, a Dalmine, fino a Treviolo.

  • Quattro svincoli a doppio livello, dei quali il primo (Treviolo e Dalmine) con sottopasso della strada principale, il secondo con rotatoria a due livelli per la connessione alle ex strada statale 525 che viene sottopassata e gli ultimi due in corrispondenza del nuovo casello autostradale e della ex strada statale 42, con rotatorie sovrappassate dalla strada principale che in questo tratto si riduce da doppia a semplice carreggiata.

  • Due sovrappassi alle strade comunali via Ambrosioni e via Frizzoni di Treviolo e due sottopassi alle strade comunali via Alpini e via Vailetta di Dalmine,che si mantengono a quota campagna.

  • Lo scavalco dell’autostrada A4 e della linea ferroviaria Bergamo-

“Si tratta dell’opera più importante che la Provincia sta realizzando – ha commentato l’assessore alla Viabilità, Valter Milesi -. La ditta appaltatrice inizierà con l’accantieramento dei lavori il 5 novembre. I lavori dureranno due anni e per tutto l’arco dei lavori la strada non verrà interrotta e non si avranno ripercussioni sulla circolazione. È stato preparato un programma ben preciso per l’esecuzione dei lavori e per non farli interferire con il traffico, soprattutto sulla Villa d’Almè-Dalmine”.

Villa d'Almè - Dalmine

Il quadruplicamento della Villa d’Almè- Dalmine si inserisce nel più ampio programma di rifacimento della viabilità per la Valle Brembana: “Stiamo completando i progetti della Stezzano- , mentre è già pronto quella che riguarda il tratto Treviolo- . È in progettazione il tratto - Villa d’Almè. Queste tre opere rientrano nell’accordo preso con il Ministero che le finanzierà per 150 milioni di euro”.

Provincia di Bergamo – Fotografia aerea del Tracciato – Forum di discussione

Al via Villa d’Almè Dalmine in arrivo 470 milioni di euro
Si tratta di una delle cifre tra le piu’ considerevoli mai inserite nel bilancio provinciale

Partiranno il 5 novembre i lavori di raddoppio per la 470 Dir, meglio conosciuta come
Villa d’Almè-Dalmine. Il passo finale di una vicenda che dura da anni è arrivato ieri con l’approvazione da parte della giunta provinciale del progetto esecutivo che comporterà un investimento di 470 milioni di euro, una cifra tra le più considerevoli mai inserite nel bilancio
provinciale.

L’OPERA consiste nell’allargamento a quattro corsie, due per senso di marcia, del tratto compreso tra il cavalcavia del casello autostradale di Dalmine e il tratto della 470 Dir dove già sono presenti quattro corsie. Prevista la realizzazione di un sottopasso nei pressi della rotatoria di Dalmine i cui lavori, da poco effettuati, non erano stati terminati proprio in attesa del tratto di strada sotterraneo. All’interno del primo lotto sarà realizzata anche una bretella, sempre a quattro corsie, due per senso di marcia, tra il comune di Stezzano e il comune di Dalmine. Il tratto dovrebbe situarsi all’incirca nell’area attigua all’ex Rb-Arredamenti e permetterà di collegare così Curno con Stezzano tramite superstrada.

L’assessore provinciale alla viabilità Walter Milesi ha confermato che «Durante i
lavori, la cui fine è prevista per il 2010, non ci saranno ricadute sul traffico della Villa-Dalmine; è stato infatti studiato un progetto di esecuzione che non interferisce con le attuali corsie di marcia. Potremmo avere solo alcuni problemi con le intersezioni stradali come i semafori o gli attraversamenti ma anche in questi casi limiteremo al minimo il disagio per gli automobilisti ». Ieri la giunta provinciale ha approvato anche due importanti contributi – 300mila per Alzano Lombardo e 80mila euro per Nembro – per opere di completamento tra cui i parcheggi di interscambio della tramvia Val Seriana. Il presidente della provincia ha commentato positivamente l’approvazione: «Pur con difficoltà di bilancio stiamo facendo un’opera di grandissimo interesse per i cittadini della Val Seriana. Auspichiamo così la collaborazione di tutti i soggetti coinvolti, soprattutto delle amministrazioni comunali, per terminare l’opera entro la scadenza.

Stefano Piantoni – Il Bergamo