Brembana – Un libretto storico-naturalistico sui sentieri partigiani in Valle Brembana, una e due spettacoli sulla Resistenza, con la partecipazione straordinaria dell’attrice Ottavia Piccolo. Così l’Associazione nazionale partigiani d’Italia, sezione Valle Brembana e la Tavola della pace-circolo Peppino Impastato, con la collaborazione del Cai Bergamo-sottosezione di Zogno, ricorderanno da domani al 25 aprile il 65° anniversario della Liberazione.

a palazzo Boselli
Si inizierà domani, alle 20.30, con l’inaugurazione della mostra storico-fotografica «Per non dimenticare» sulla Resistenza in Valle Brembana che sarà allestita a palazzo Boselli di . Saranno esposti 38 grandi pannelli con circa 500 foto di partigiani più le immagini dei soldati russi che vennero uccisi sul Canto Alto (l’esposizione sarà visitabile fino al 25 aprile nei giorni feriali dalle 20 alle 22,30 e nei festivi dalle 9,30 alle 12 e dalle 15 alle 18). Venerdì, alle 20.30, nella sala della comunità di , lo spettacolo di musica, canti e letture con la partecipazione straordinaria dell’attrice Ottavia Piccolo che leggerà alcuni brani sulla Resistenza. La serata sarà l’occasione per presentare, dopo un anno di lavoro, il libretto realizzato dalla Tavola della pace in collaborazione con Anpi e sottosezione Cai di Zogno, dal titolo «Sui sentieri della libertà».
Si tratta di un’agile pubblicazione che riporta quattro itinerari tra storia e natura nei luoghi della Resistenza in Valle Brembana, uno per ogni territorio in cui operarono le brigate partigiane, la «Fiamme verdi» di Valbrembo, l’86ª Garibaldi (Issel-), la XXIV Maggio e la Cacciatori delle Alpi.

Il primo percorso (già segnalato con cartelli dai volontari della Tavola della pace) è stato dedicato al partigiano Angelo Gotti di Villa d’Almè, torturato e ucciso alla Cascina Como, nei pressi del monte Ubione. Il , quindi, parte da Clanezzo e arriva fino alla Cascina, dove si trova la lapide che ricorda l’eccidio del partigiano. Il secondo percorso è dedicato ai partigiani Vitalino Vitali e Davide Paganoni e va dalla località Pianca o dagli Orridi di Taleggio a , quindi il percorso dedicato ai martiri di Cornalba, da Cornalba alle dell’Alben, in Valle Serina e, infine, il dedicato a Ercole Pedretti di Branzi, il partigiano-sciatore, con itinerario fino ai Laghi . Il libretto, oltre alla parte storica, con il racconto dei partigiani, riporta anche nozioni naturalistiche su flora e che si possono incontrare sul . Durante la serata, l’attrice Ottavia Piccolo, 60 anni, racconterà la storia di Angelo Gotti. Interverranno poi il coro «Musica Spiccia» di Como, la cantastorie Sandra Boninelli, ci saranno i sottofondi musicali della Jacobs Project Trio e un omaggio a Fabrizio De André della band Ottocento. Alla serata, con ingresso libero, prenderanno parte anche i partigiani della Valle Brembana e sarà proiettata una videointervista esclusiva con Giorgio Bocca.

Teatro sulla Resistenza
L’ultimo appuntamento per celebrare il 65° della Liberazione si terrà il 24 aprile, alle 21, sempre nella sala della comunità di San Giovanni Bianco, con lo spettacolo «R… esistiti», dedicato ai partigiani, ideato, diretto e interpretato da Davide Lenisa, con la partecipazione di Paolo Belotti e Chicca Boffelli. «Si concluderà così un percorso importante – dice Franco De Pasquale della Tavola della pace – per ricordare degnamente chi sacrificò la vita per la patria e la libertà. Un percorso che ci ha visti impegnati in questi giorni a portare la testimonianza dei partigiani della valle nelle scuole superiori di San Giovanni Bianco, Zogno e San Pellegrino. Perché il ricordo di quanto successo resti nella memoria anche delle nuove generazioni».

L’Eco di Bergamo