La chiesa parrocchiale di San Giacomo Maggiore a ha da oggi un nuovo altare. Viene inaugurato durante la Messa delle 10. Hanno collaborato al progetto gli architetti Tullio Leggeri e Guglielmo Renzi e gli artisti Mario Airò e Stefano Arienti, in collaborazione con l’architetto Gaetano Puglielli della soprintendenza per i Beni architettonici e per il paesaggio di Milano. «Il progetto – spiega l’architetto, nonché collezionista, Tullio Leggeri – ha ottemperato a quanto indicano la riforma liturgica intrapresa dal Concilio ecumenico Vaticano II e i documenti dei vescovi sull’adeguamento delle chiese secondo la stessa riforma».

L’altare è collocato al centro del transetto su di una pedana, la cui trasparenza, come le altre scelte cromatiche, dà leggerezza al volume essenziale del paliotto senza interferire con il contesto architettonico e artistico Quattro-Cinquecentesco. Sul paliotto è rappresentato un simbolico rosone. Gli artisti Mario Airò e Stefano Arienti hanno dialogato con gli architetti in un linguaggio geometrico e quasi minimalista, al fine di suggerire la presenza divina attraverso la purezza formale.

L’Eco di