Branzi – Lavori conclusi in tempi record. si attrezza con un sistema di difesa valanghivo in Grande. Dopo tre mesi di intenso lavoro, il 31 ottobre è stata posata l’ultima rete paravalanghe anticipando la fine delle attività prevista per metà novembre. «Questo risultato è stato possibile grazie all’organizzazione del cantiere – spiega il vicesindaco di Branzi, Angelo Rossi –. Invece di utilizzare l’elicottero per gli spostamenti, gli operai hanno alloggiato in apposite baracche poste direttamente in quota. Oltre ai dormitori sono state allestite una cucina, un locale tivù e l’ufficio tecnico. L’elicottero è servito per trasportare le reti paravalanghe, che venivano assemblate a , l’acqua potabile e i generi di prima necessità».

L’opera, finanziata dalla Regione e dal ministero dell’Ambiente per 800 mila euro, fa parte dei progetti per la riduzione del rischio idrogeologico. «Più di dieci operai lavoravano in media 13-14 ore al giorno, compresi il sabato e la domenica. I turni iniziavano all’alba e si protraevano per circa un paio d’ore dopo il tramonto – continua Rossi –. Gli operai stavano in cantiere per dieci giorni consecutivi, poi riposavano per quattro. Nel frattempo erano coperti dai turni di altri colleghi. Ciò ha reso possibile la realizzazione delle barriere prima dell’inizio dell’inverno».

«Sono stati installati 460 metri di reti paravalanghe, disposte su più file, dell’altezza di 3,5 metri – spiega il responsabile della direzione lavori Domenico Luciani, che ha progettato le attività insieme a Massimiliano Barbolini e a Giovanna Sacchi –. Nonostante il cantiere fosse posto tra i 1.800 e i 2.050 metri di quota e nonostante il maltempo, abbiamo terminato l’opera prima del previsto. Durante gli ultimi giorni abbiamo testato l’efficienza delle fondazioni delle reti paravalanghe. I risultati sono stati più che positivi». Grazie a queste opere sono stati messi in parte della frazione Cagnoli, il e la comunale.

Alberto Marzocchi – L’Eco di

Hotel, Alberghi e Appartamenti BranziFotografie Branzi
EscursioniManifestazioniCartoline antiche