Dopo quanto successo nei giorni scorsi, durante l’Assemblea dei Sindaci distretto Valle Brembana e quella della stessa , e con la successiva diffusione di vari comunicati, non ho ritenuto opportuno intervenire con risposte e considerazioni scritte. Ritengo opportuno e responsabile lavorare intensamente sulla questione specifica senza dilungare il dibattito politico. Vivo l’esperienza di Assessore della e di Presidente dell’Assemblea dei Sindaci da circa un anno e in questo breve periodo, ho assaporato esperienze negative e positive che hanno rafforzato la mia posizione: il non essere schierato politicamente caratterizzando la mia presenza dalla passione per la nostra splendida Valle Brembana.

Specifico che il mio impegno amministrativo è nato nel Maggio del 2004 con la candidatura e la conseguente nomina come Sindaco per le elezioni Amministrative del piccolo paese di Cusio, sotto il logo di una semplice ma viva lista civica. Sulla questione specifica dell’Ospedale voglio proseguire nel mio operato, cercando di costruire contatti e realizzare progetti seguendo due obiettivi ben definiti. Da un lato è forte la mia convinzione che, pur considerando logico e favorevole un afferimento all’Azienda Ospedaliera di Bergamo, sono gli Amministratori Regionali i responsabili nel valutare e maturare una decisione in merito. Ritengo quindi utile sollecitare un loro impegno e una riflessione attenta. Sull’altro fronte la mia attività deve entrare nello specifico del servizio offerto oggi dall’Azienda Ospedaliera.

Attivandomi perché il mio lavoro possa diventare strumento per l’attuazione di strategie (complesse o semplici). Un lavoro di confronti, di dialoghi e trattative con le diverse Aziende Ospedaliere e con quelle realtà che si interfacciano nell’erogazione dei servizi ospedalieri. Il mio recente atteggiamento nei contesti istituzionali, pur criticabile, è mosso dalla necessità e dal desiderio di poter proseguire il mio lavoro e non di certo dal voler difendere una poltrona. Incarico peraltro molto impegnativo, scomodo e comunque privo di qualsiasi compenso economico.

Prendo le distanze dai dibattiti politici fini a se stessi, da imposizioni di partito e da necessità di comportarsi in base ad equilibri fra gli schieramenti. Considero utile qualsiasi rapporto con chi ha l’intenzione vera di risolvere i problemi concreti. Rifiuto il dialogo sterile e ridicolo per una presa di posizione promossa da ordini di partito. Prendo le distanze da Amministratori che intervengo sul problema dell’afferimento dell’Ospedale senza nemmeno conoscere il contenuto e lo scopo dei servizi che l’azienda di eroga.

Chiedo, pur avendola già riscontrata, la massima collaborazione di chi lavora nel nostro Ospedale, rispettando una professionalità e una dedizione che esula da qualsiasi valutazione politica. Proprio in queste ore, incontro le diverse direzioni generali e sanitarie dei vari presidi ospedalieri. Sarà mia cura riportare, a breve, in seno all’Assemblea di Ambito una proposta, un percorso concreto per chiedere ai Sindaci la fiducia sul lavoro svolto e da svolgere e sul mandato che ho ricevuto.

Ezio Remuzzi Presidente Assemblea Sindaci Valle Brembana
Ass.re Sanità, Servizi Sociali e Formazione Comunità Montana Valle Brembana