Zogno – Matteo Zanchi, di , campione mondiale di go kart under 13, è stato proclamato dal Comune «Atleta dell’anno 2010». Sono stati almeno un migliaio – atleti e loro familiari e amici, tecnici e dirigenti societari e sportivi – i partecipanti alla Festa dello sport di , un momento ormai tradizionale e atteso di ogni fine anno, organizzato dall’assessorato allo Sport e dalla commissione comunale dello sport, coordinati rispettivamente dal delegato Diego Donadoni e Francesco Pellegrini che hanno allestito la manifestazione nel palasport di a .

Papà Mauro pilota di rally
Tanti atleti – dai giovanissimi ai meno giovani – che sono stati protagonisti di un’annata intensissima di pratica e di attività agonistica culminata nel titolo mondiale di Matteo Zanchi, 13 anni, figlio d’arte in quanto il papà Mauro, che ne è pure tecnico e preparatore, è stato nel passato una firma del rallysmo automobilistico. Matteo, lo scorso ottobre, a Lonato, nel Bresciano, si è laureato campione di go kart per la categoria 125 Rok, facendo ipotizzare per lui un luminoso futuro agonistico nel motorismo sportivo. E a incoronarlo atleta dell’anno alla Festa dello sport è stato Marco Carminati, campione mondiale 2010 di Kung Fu e Wushu ai campionati svoltisi a Pechino, in Cina. Poi sono stati premiati una serie di atleti vincitori di titoli provinciali, regionali, italiani: un elenco lunghissimo improponibile per questione di spazi, facendo eccezione per Sandro «Barba» Beltrami per la sua decennale attività di guida dei non vedenti sui campi di sci.

Premi ai calciatori di
Riconoscimenti particolari anche al gruppo calcistico di Poscante per aver ottenuto il primo posto provinciale nella categoria pulcini a sette, e alla «Polisportiva calcio» per il titolo provinciale pulcini a 11. Fra i premiati il team «Rombo di tuono», sezione , per aver vinto il campionato provinciale. In occasione del 30° anno di fondazione è stata consegnata una pergamena anche al gruppo sportivo di Sant’Antonio Abbandonato.

Paese con oltre mille atleti
La festa è stata commentata dal sindaco Giuliano Ghisalberti e dal delegato Donadoni. «Zogno può vantare una realtà sportiva di prim’ordine – ha affermato il primo cittadino – che si concretizza nella pratica di oltre venti discipline con oltre un migliaio di praticanti». «Atleti di cui vanno sottolineati i risultati agonistici ma prima ancora la convinzione che lo sport è formazione della persona e qualificazione della vita comunitaria».

Sergio Tiraboschi – L’Eco di Bergamo

Alberghi, pizzerie, ristoranti, appartamenti a ZognoFotografie immagini di ZognoEscursioni sui sentieri di ZognoManifestazioni a Zogno in media Valle Brembana