Non è quello che ha registrato la crescita maggiore, ma è forse il più significativo poiché l’incremento è strutturato e dura oramai da alcuni anni. È il turismo, che a Bergamo è divenuto uno dei settori principali per l’economia provinciale, un’affermazione data simbolicamente anche dal sorpasso sull’agricoltura registrato nel 2007. E parlare di turismo significa parlare di aeroporto che solo lo scorso anno ha portato sulle terre orobiche quasi due milioni di turisti. Spampatti ricorda i numeri dei Bed and Breakfast, la cui presenza, seppure ancora in minoranza, ha subìto incrementi da record: «da una trentina a circa 200 in pochi anni.

Da ricordare anche le offerte di pacchetti turistici a 360 gradi che permettono di partire e tornare a casa propria avendo già tutto programmato. A ricordarlo Felice Spampatti, presidente dell’agenzia provinciale Turismo Bergamo: «quando si parla di numeri si può quantificare con certezza la crescita di un settore che nel nostro caso è strutturata e costante.

Dobbiamo ringraziare lo scalo di Orio per questo, ma dobbiamo anche essere fieri delle politiche che abbiamo seminato e che hanno permesso ad un settore così importante per il futuro di crescere ».

DNEWS

Milan Bergamo Orio al Serio International Airport