Oltre il Colle – Saranno la riqualificazione della che conduce al Pian della Palla, l’installazione dell’impianto fotovoltaico sul palazzo municipale e su quello dell’ex scuola di Zorzone (dove si trova il museo minerario) e la realizzazione del progetto «Le terrazze» sul Monte Arera i tre progetti principali che vedranno impegnati l’Amministrazione comunale di nel 2010. Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale, infatti, è stato approvato con il voto favorevole della maggioranza e quello contrario della minoranza il piano delle opere pubbliche.

Si sistema l’acquedotto
La riqualificazione della strada che porta al Pian della Palla (al centro le scorse settimane di alcune polemiche per via della mancata manutenzione e quindi per la pericolosità del transito) costerà 550 mila euro, l’installazione dell’impianto fotovoltaico 120 mila (di cui 84 mila a carico della Provincia) mentre il progetto «Le Terrazze», che prevede la realizzazione di una struttura ricettiva a quota 1.600 metri sul monte Arera (dove si concluderà la strada attualmente in fase di realizzazione), ha un costo di 609 mila euro: per 300 mila euro è stato chiesto un finanziamento alla e si è in attesa della risposta mentre il resto sarà pagato con un mutuo. Nel piano delle opere ci sono anche la sistemazione di alcune tubature dell’acquedotto (che sarà a carico di Uniacque) per 180 mila euro e l’eliminazione delle barriere architettoniche per 7.000 euro.

Le critiche della minoranza
«Quella dell’Amministrazione comunale – ha affermato della lista di minoranza «Crescere insieme» – è una progettualità risicata perché vedo una limitata previsione di sviluppo. Siamo al mese di aprile ma per tutti questi progetti si è solo alla stima dei costi e quindi queste opere si concluderanno solamente il prossimo anno». «Se un’opera è stata inserita tra quelle di quest’anno – ha replicato il sindaco Rosanna Manenti – non vuol dire che deve essere per forza conclusa entro dicembre. La nostra scelta è quella di privilegiare la sistemazione definitiva delle opere che da più di vent’anni sono state solo rattoppate. Oltre alla strada che va al Pian della Palla rifaremo anche via Vanini». «Prima di realizzare l’intervento in Arera – ha detto il consigliere indipendente Daniele – avrei pensato a valorizzare una risorsa che c’è già costruendo, per esempio, un centro servizi per la pista di fondo. Visto che la coperta è corta, io avrei coperto qualcosa d’altro». «La pista di fondo e lo invernale – ha risposto il sindaco Manenti – sono molto importanti per il nostro territorio e faremo un incontro per fare il punto della situazione all’inizio di maggio.

Sono tanti i progetti che stanno partendo sul monte Arera e non solo da parte dell’Amministrazione». A maggioranza è stato votato anche il bilancio: «È insufficiente – ha spiegato Paolo Maurizio – l’importo di diecimila euro messo a bilancio per il contributo alla Pro loco e per l’organizzazione delle manifestazioni organizzate dal Comune». Il sindaco ha replicato che per la turistica non ci sono solo le manifestazioni estive. Daniele Cavagna ha segnalato anche l’assenza di incentivi per chi vuole aprire un’attività sul territorio.

Cattedrale verde sull’Arera
All’ordine del giorno vi era anche la discussione sulla «Cattedrale verde» che è stata approvata col voto favorevole della maggioranza e di Cavagna e l’astensione di «Crescere insieme». Il sindaco ha annunciato che, a differenza di quanto previsto inizialmente, l’opera verrà realizzata sul monte Arera, in zona Grumello. Ha spiegato il primo cittadino: «È un progetto su cui stiamo lavorando da due anni e adesso può partire: l’intento del è quello di realizzare la struttura dove, entro quest’estate, saranno lasciate crescere le piante».

Davide Cortinovis – L’Eco di

Alberghi Ristoranti e Appartamenti a Oltre il Colle
Fotografie immagini di Oltre il Colle
Escursioni sui sentieri di Oltre il Colle