OLMO AL BREMBO – Dopo Zogno e Almè, questa sera alle 20,30 nella sala dell’ex segheria di via Roma, si aprirà la penultima delle quattro serate solidali per raccogliere forze per concretizzare il progetto «Distretto di economia solidale» in Valle che punta a sviluppare entro un anno soprattutto l’agricoltura di valle e i suoi prodotti tipici e conseguentemente la loro valorizzazione nella rete commerciale, nei punti di ristorazione del territorio e nei Gruppi di acquisto solidale (Gas).

Il comitato promotore del distretto è composto dalla Tavola della pace (circolo Peppino Impastato), dall’Unione generale dei coltivatori (Ugc) e dalla Rete Gas di Bergamo, in collaborazione con «Cittadinanza sostenibile», «Arci Bergamo» e gode del patrocinio della e del Comune di Almè. Il tema della serata «L’altra agricoltura» è condotto da Orazio Rossi, segretario generale dell’Ugc e Michele Corti, ruralista e docente all’Università di . L’appuntamento vuole essere un’occasione di approfondimento e di confronto per cercare nuovi percorsi da intraprendere a sostegno di una nuova forma di economia, fondata sul mutualismo, la solidarietà, le relazioni sociali e la cultura. «Vogliamo chiamare a raccolta – precisa Rossi – tutti coloro che, in forma individuale o associata, stanno sviluppando buone pratiche o sono interessati a ciò.

A loro proponiamo di incontrarci per sviluppare relazioni, per formare insieme il primo nucleo costitutivo del distretto». «Il distretto – conclude Rossi – rappresenta l’unità territoriale e organizzativa attraverso la quale le cercano di raggiungere la maggior autonomia alimentare, energetica, svincolandosi dal dominio politico, sociale ed economico del mercato». L’ultimo incontro in calendario cadrà il 14 maggio nella sala Europa dell’oratorio di .

Bruno Silini – L’Eco di Bergamo