Anche il comprensorio sciistico di - partirà dalla prossima stagione invernale con un nuovo impianto di risalita. Il Consiglio comunale di ha dato il via libera, tramite una variazione al piano delle opere pubbliche, alla realizzazione di una nuova seggiovia biposto che partirà nei pressi del , accanto alla partenza della seggiovia Sessi, e arriverà sotto il . Il nuovo impianto, in pratica, andrà a sostituire il vecchio skilift del Camoscio, la cui vita tecnica scadrà il prossimo 19 novembre. Skilift che, peraltro, partiva molto più a monte da dove è previsto, invece, l’avvio della seggiovia.

«Il nuovo impianto di risalita – spiega il sindaco di Valleve Santo Cattaneo – avrà una capacità di portata ben superiore allo skilift: sarà lungo circa 900 metri rispetto ai 300 dello skilift e potrà trasportare circa 1.200 persone all’ora. Inoltre potrà essere utilizzato dagli sciatori in caso di lunghe code alla vicina seggiovia Sessi». La biposto collegherà il piazzale del rifugio Camoscio, posto a circa 1.780 metri con quota 1.950 metri, sotto il monte Cavallo, nello stesso punto dove arriva il vecchio skilift, che sarà smantellato. La realizzazione dell’impianto, per un costo di un milione e 850 mila euro, sarà a carico della Brembosuperski, società composta dai Comuni di , e Valleve.

Sempre il Comune di Valleve ha dato il via libera a un nuovo impianto di innevamento artificiale, per un costo di un milione e 400 mila euro (sempre a carico della Brembosuperski), che dovrà sfruttare uno dei laghetti naturali presenti nel comprensorio. «A breve avvieremo tutte le procedure necessarie per poter iniziare i lavori di realizzazione della seggiovia e dell’innevamento artificiale – prosegue il sindaco –. L’obiettivo è quello di aprire i cantieri in autunno ed essere pronti con i nuovi impianti dalla prossima stagione sciistica». La variazione al piano delle opere pubbliche è arriva all’unanimità, con un solo consigliere di minoranza astenuto.

Nel frattempo proseguono anche i lavori per completare il nuovo rifugio Camoscio, peraltro già funzionale internamente dallo scorso gennaio. In queste settimane si sta procedendo alla copertura esterna in pietra.

L’Eco di Bergamo

GUARDA GLI AGGIORNAMENTI SUL FORUM

Alberghi, Ristoranti e Appartamenti ValleveFotografie Valleve
EscursioniManifestazioniCartoline anticheScialpinismo Valleve