Zogno – Quattordici mesi di lavori, un milione di euro di investimento per realizzare 58 autorimesse in a , ma soprattutto la creazione e la messa in di un nuovo giardino, attrezzato di giochi e nuovi spazi per i bambini della scuola materna Francesco Cavagnis. Una bella novità per i piccoli studenti che dagli scorsi giorni hanno iniziato le attività scolastiche. L’operazione, avviata dalla fondazione Cavagnis si è composta di due fasi: la prima con la realizzazione dei box e del giardino, quindi dalla vendita dei box deriveranno i soldi per la ristrutturazione ’edificio. Dice Alberto , presidente della fondazione: «L’operazione di recupero ’edificio scolastico e al tempo stesso la creazione di autorimesse per il centro di Zogno, erano una necessità impellente, difficile da realizzare.

Abbiamo messo tutta la professionalità e il coraggio necessario: possiamo considerare ultimato il primo step di lavori. I 58 box interrati, costituiscono il “salvadanaio” dalla quale la fondazione Cavagnis attingerà per dare il via alla seconda fase dei lavori, quindi la ristrutturazione della scuola materna». Nell’edificio Cavagnis ci sono due scuole materne, una paritaria gestita dalle suore e una pubblica. «L’edificio richiede una ristrutturazione corposa – prosegue il presidente Gherardi – impossibile da attuare con le sole rette scolastiche e i di legge. L’intervento fatto è un lavoro di qualità che porterà benefici immediati e futuri agli alunni di Zogno e alla popolazione ». Per chi fosse interessato, sono ancora disponibili alcuni box, di grandezza variabile da 14 a 30 metri quadrati. Il prezzo è di circa 30 mila euro. «Un particolare ringraziamento è rivolto a , filiale di Zogno – conclude Gherardi –. Un grazie anche ai genitori che hanno aiutato nell’organizzazione di questa giornata di festa».

L’Eco di Bergamo