Camerata Cornello – L’Ostello dei Tasso di Camerata Cornello, -ristorante-pizzeria del Comune gestito dal 2010 da una cooperativa, diventa anche albergo per anziani, specializzato nell’ospitalità della Terza età, con tanto di personale socioassistenziale. L’inaugurazione del nuovo servizio è in programma sabato, l’avvio dell’attività il 22 giugno. Dotato di 14 camere, potrà ospitare fino a 33 anziani autosufficienti o con qualche limitazione nello svolgimento nelle attività della vita quotidiana (per esempio, legati all’igiene personale). Nella struttura – recentemente riconosciuta dalla come struttura socioassistenziale – saranno presenti 24 ore su 24, operatori qualificati, pronti ad aiutare gli anziani, ma anche a organizzare momenti di animazione. Sono infatti previste, per gli ospiti, attività ricreative e culturali.

Un servizio, quindi, rivolto a tutta la valle, il primo di questo genere, che nasce anche dall’esigenza del territorio. La lista d’attesa Oggi, in Valle , ci sono quattro per anziani (a , San , e ) che, però, da sole non riescono a coprire tutte le richieste. Tanto che la lista d’attesa ha ormai da tempo superato quota 300. Alcune di queste , però, come confermano le stesse Residenze sanitarie assistite, sono spesso autosufficienti o parzialmente autosufficienti. E potrebbero, quindi, essere ospitate in per anziani come quello che apre a Camerata Cornello. «Saranno possibili soggiorni di qualsiasi durata – spiega Danilo Stagi, sociologo, coordinatore di analoga struttura a Paderno d’Adda e consulente per la cooperativa che gestisce l’Ostello – anche per anziani che presentano alcune limitazioni. Verranno opportunamente assistiti».

L’animazione
Il nuovo albergo per anziani (che manterrà, parallelamente, la normale attività di hotel e ristorante) vorrà essere aperto al territorio. Dal 24 giugno, ogni lunedì e mercoledì pomeriggio, dalle 16 alle 19, infatti, saranno organizzate, nell’ampio salone polivalente dell’albergo, attività ricreative e di animazione, sempre con personale formato. E potranno partecipare, gratuitamente, anche anziani non ospitati nell’albergo. «Ci saranno anche volontari e associazioni della valle con cui abbiamo già preso contatto e che si sono resi disponibili per animare i pomeriggi – spiega Stagi –. Un modo importante per aprire la struttura all’esterno e favorire momenti sociali tra ospiti fissi e anziani che arrivano da fuori».

«Vorremmo che diventasse un “Ostello della creatività” – continua il sociologo – dove associazioni, ma anche singole persone, potranno dare parte del loro tempo agli anziani della valle». Lo spazio ricreativo, per due pomeriggi settimanali, rappresenterà, di fatto, il primo passo verso la prevista apertura, sempre all’Ostello, di un vero e proprio Centro diurno anziani, che offrirà la possibilità di frequentazione da mattina a sera. Le tariffe per l’ospitalità in albergo (naturalmente con vitto, animazione e assistenza compresi), andranno da 45 a 74 euro giornalieri, a seconda della camera scelta (ulteriori informazioni telefonando allo 0345.41869.

Qui accolti i profughi
Prosegue, così, l’impegno nel sociale della cooperativa che dal 2010 ha preso in gestione l’Ostello dei Tasso comunale di Camerata. Per un anno e mezzo, infatti, dal giugno 2011 al febbraio scorso, era stato ospitato un gruppo di profughi provenienti dalla Libia.

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di Bergamo