foto credit_Mick Dalrymple_NAHR group 2015Taleggio – Nella verde cornice della Val Taleggio (BG), ha preso avvio da pochi giorni Nature, Art & Habitat (NAHR), programma di residenza estivo che raduna una decina di ricercatori multidisciplinari da tutto il mondo invitati all’osservazione, all’analisi, all’emulazione della natura. Il progetto di studio dedicato alla biodiversità dei luoghi trova il suo fondamento nell’immersione nella natura montana quale fonte di ispirazione creativa e si propone come modello eco-sistemico di ricerca e attività culturali capaci di rivelare il forte legame tra gli organismi viventi (essere umani, specie vegetali e ) e lo sviluppo di principi sostenibili per una convivenza più resiliente. Gli obiettivi dell’iniziativa includono inoltre quello di stabilire un contatto diretto con le comunità locali, di attivare collaborazioni e di stabilire nuove relazioni partecipative e imprenditoriali attraverso l’ideazione di progetti bio-ispirati capaci di calamitare attenzione globale sia grazie alla partecipazione internazionale che alla sua divulgazione online.

Ideatrice del programma è l’arch. Ilaria Mazzoleni residente da circa 20 anni negli Stati Uniti e docente di biomimetica presso il Southern California Institute of Architecture (-Arc) di Los Angeles: facendo spesso ritorno nella sua valle di origine e intuendo il vigore delle risorse naturali ha pensato di orientare la propria passione ed esperienza alla valorizzazione dei territori montani locali.

 

Presiede il comitato scientifico lo stimato designer milanese Alessandro Mendini, storico amico della Val Taleggio. Il progetto si avvale anche del sostegno dall’Associazione Amici Artista Franco Normanni di in partnership con l’Ecomuseo Val Taleggio: Civiltà del Taleggio, dello Strachitunt e delle Tipiche. Durante l’esperienza di soggiorno di un mese circa al Soggiorno Mazzoleni (, Bg) i ricercatori, esperti d’arte, architettura, antropologia, economia, biomimetica e scienze naturali, si propongono di studiare l’ecosistema locale attraverso principi di sostenibilità ambientale ed elaborare progetti condivisibili nella società contemporanea. I partecipanti al programma, selezionati da un comitato internazionale provengono da Argentina, Canada, Italia, Stati Uniti, Taiwan, Turchia: i loro progetti intenderanno dimostrare l’importanza dell’ispirazione creativa fondata nella natura e nel circostante habitat umano, sia attraverso l’analisi metodologica e l’elaborazione di scritti e grafici, sia attraverso la disseminazione di segni artistici donati al territorio della Valle (dipinti, sculture, mappe , installazioni, percorsi tematici, performances danzanti, ricette culinarie, etc ). Pianificato per i prossimi 5 anni, al programma multidisciplinare bio-ispirato NAHR si riconosce il merito di esplorare attraverso progetti indipendenti la relazione dinamica e resiliente tra natura, ambiente costruito e pratiche socio-culturali nella per rafforzare l’identità della Valle: quel patrimonio materiale e immateriale, di costruzioni rurali e attività artigianali, nutrito di storie, tradizioni, mestieri e sapori, generati e indissolubilmente legati alla natura. I lavori saranno presentati in forma ufficiale domenica 28 giugno, ore 15:00 -18.00 presso il Soggiorno Mazzoleni – Via 135, Taleggio – Bergamo. L’offerta di prodotti tipici vallari coronerà questa occasione di condivisione, aperta a tutti, cittadinanza e interessati.