Moio de’ Calvi – Mattinata di festa, il giorno di Santo Stefano, nella parrocchiale di Moio de’ , dove ai canti dei Polifonici Gogis dell’alta , si è unito il premio per una giovane studentessa. La Messa celebrata dal parroco don Alessandro Beghini è stata accompagnata dai brani eseguiti dal coro polifonico diretto per l’occasione da Fabrizio Vanoncini. Nati nel 1997, i Polifonici Gogis si sono più volte esibiti all’estero, con affermazioni a Praga e Vienna. È composto da una trentina di cantori «Gogis», antica denominazione degli abitanti dell’Alta Valle .

Al termine della celebrazione il parroco ha consegnato la « degli angeli custodi », istituita nel 1995 a ricordo di Stefano Agape, studente di 13 anni morto per una tragica fatalità il 2 ottobre di quell’anno. Ogni anno viene consegnata a un giovane moiese che abbia completato un ciclo di studi. Quest’anno è toccato a Sara Calvi, che ha ottenuto la qualifica di parrucchiera all’Istituto di formazione professionale di . Presenti alla cerimonia Nadia e Maurizio, genitori di Stefano, familiari, amici, il sindaco di Moio, Davide Calvi, e rappresentanti del mondo scolastico brembano.

Ogni studente può avere solo una volta nella sua vita scolastica il premio. Il regolamento, inoltre, prevede che se non c’è alcuno studente, la borsa di studio venga devoluta a un’istituzione scolastica della Valle Brembana. Caso, peraltro, mai accaduto. Anzi, alcuni anni fa, nel piccolo paese di Moio, poco meno di 200 anime, ci furono addirittura due lauree. In quell’occasione la borsa di studio.

L’Eco di