miragoloSono dovuti trascorrere oltre 25 anni, ma finalmente il terreno su cui sorge la chiesina dedicata ai Caduti di San Marco è diventato di proprietà delle penne nere di Zogno. O , la proprietà resta pubblica, ma il gruppo l’ha avuta dal Comune in concessione d’uso gratuita per 99 anni.

È la durata massima consentita dalla legge per la concessione di spazi pubblici –ha precisato il sindaco Giuliano Ghisalberti al Consiglio comunale – poi si rinnoverà per altri 99 anni». L’area in questione si trova sul monte (1.100 metri di quota), nella frazione Miragolo San Marco ed era di proprietà della parrocchia.

L’area su cui sorge la chiesetta è meta da quasi 40 anni di una sorta di pellegrinaggio agostano – si celebra la Messa del suffragio, si fa festa e il ricavato è utilizzato per finalità benefiche – degli alpini zognesi. E il capogruppo Luigi Garofano e il consiglio da tempo stavano pensando a un’acquisizione, direttamente impossibile per motivi burocratici. Così il Comune ha acquisito dagli alpini diecimila euro con i quali ha comprato il terreno dalla parrocchia, terreno che è entrato così nel patrimonio demaniale comunale. Infine l’ha passato in comodato d’uso agli alpini.

L’Eco di

MIRAGOLO SAN MARCO E SAN SALVATORE
IMMAGINI INVERNALI NEVOSE DI MIRAGOLO SAN MARCO E MIRAGOLO SAN SALVATORE