cacciatori-valle-brembana42Lenna – Nuovo successo di pubblico e partecipanti per la settima edizione della sagra di da richiamo di . Il lungo lavoro di preparazione svolto dal Comprensorio venatorio alpino della Brembana, dunque, è stato ripagato dalla bella giornata dello scorso weekend, che ha cancellato il rinvio per maltempo del sabato precedente. Oltre mille persone hanno assistito alla gara mentre, rispetto agli anni passati, è cresciuto – seppur di poco – il numero dei volatili che hanno preso parte alla competizione: più di trecento (323 per l’esattezza), con cinquanta espositori provenienti per lo più dalla Lombardia. La sfida, come di consueto, è iniziata alle 5 ed è durata circa quattro ore e mezza. In campo sette categorie di : allodola, cardellino, fringuello, merlo, prispolone, tordo bottaccio e tordo sassello. I punteggi sono stati stabiliti dall’Associazione manifestazioni ornitologiche e venatorie (Amov), guidata dal presidente Massimo Zanardelli. La giuria, composta da cinque giudici, ha effettuato per ogni soggetto tre passaggi, dopo i quali assegnava una valutazione. Per ciascuna categoria, che ha una propria peculiarità, si prendono in considerazione qualità e continuità del canto.

In tarda mattinata si è svolta anche la di cani meticci, a cui hanno partecipato più di cinquanta esemplari, accompagnati spesso da famiglie e bambini, che hanno approfittato della giornata di sole. I Falconieri delle hanno esposto i loro rapaci. Quest’anno il gufo reale ha dovuto cedere la scena a un’aquila marina originaria dell’Africa, le cui prove di volo hanno incantato il pubblico. «Questa edizione è frutto di un rinvio – ha detto Alessandro Balestra, presidente del Comprensorio alpino Valle Brembana – ma visto il successo di espositori e spettatori siamo molto soddisfatti. Chi vi partecipa è gente appassionata, legata al territorio e amante della natura. Non a caso abbiamo voluto ricordare Tiziano Massari, mancato lo scorso anno dopo la fine della manifestazione. Era un grande espositore lecchese, vincitore di numerosi riconoscimenti. Un grazie al Comune di Lenna per l’ospitalità».

La classifica: il bresciano Stefano Lancini si è aggiudicato la categoria tordo bottaccio; il miglior prispolone è stato quello di Franco Galimberti, per il merlo ha vinto Carlo Brunati, per l’allodola Roberto Butturini, Alessandro Brunelli il tordo sassello, Giulio Aliprandi per il fringuello e Renato Regazzoni, premiato anche come miglior espositore locale, la classifica del cardellino.

Alberto Marzocchi – L’Eco di

http://forum.valbrembanaweb.com/fauna-selvatica-alpi-prealpi-orobie-f110/sagra-degli-uccelli-richiamo-lenna-t8400.html

Alberghi, ristoranti, trattorie e Appartamenti LennaFotografie Lenna
Escursioni a LennaManifestazioni ed eventiCartoline antiche di Lenna