Le piogge torrenziali della vigilia di Natale hanno provocato a Cassiglio, in alta Valle Brembana, una . Dei massi, a circa 200 metri di altezza dal suolo, sono caduti sulla che dal centro abitato porta al del paese. Sul luogo sono subito intervenuti il sindaco Fabio Bordogna, il tecnico comunale e quello dei servizi territoriali Ster (l’ex Genio civile, ndr); quest’ultimo, dopo un sopralluogo, ha disposto un intervento di emergenza-urgenza con un contributo di 60 mila euro per la sistemazione della frana. La , quindi, è stata chiusa a Natale con un’ordinanza del Comune, lasciando isolati il bar del lago e un gruppo di case di villeggiatura, poste lungo la che sale sulla . Case dove attualmente si trovano una dozzina di persone. A loro sarà comunque concesso il transito in orari prestabiliti, fino alla messa in definitiva del versante.

La pioggia si è arrestata, ma le alte temperature e la pesante, anche in quota, fanno temere possibili distacchi di valanghe o di massi. Ieri, con un ulteriore sopralluogo del sindaco Bordogna e dei di , la decisione di proseguire con la chiusura del tratto stradale. «La strada sarà chiusa ancora per qualche giorno, cioè fino a quando faremo un intervento di bonifica della zona da dove si è staccato il masso – ha detto il sindaco Fabio Bordogna –. Il passaggio resterà tuttavia aperto in due momenti della giornata: dalle 11 alle 12 e dalle 16 alle 17, per permettere alle persone che sono in vacanza nelle case vicino al lago e agli utenti del bar di poter passare in caso di necessità».

Arizzi – L’Eco di Bergamo

Hotel, Alberghi e Appartamenti CassiglioFotografie Cassiglio
EscursioniManifestazioniCartoline antiche