Oltre 1.600 atleti al via per la prima edizione della competizione internazionale. Vince Cortesi di : «Fatica per il caldo, ma la cornice di questa gara non ha prezzo». Un successo strepitoso. Questo il bilancio finale della prima edizione della «Maratona dell’acqua». La competizione internazionale Lovere-Iseo con un tracciato per la maggior parte a vista lago ha entusiasmato partecipanti e pubblico. Alla partenza, fissata a Lovere alle 9,30 erano presenti 1.622 atleti. La novità assoluta per la prima volta in Italia è stata la possibilità della staffetta. L’idea di poter percorrere il tracciato in coppia, con il cambio fissato a Predore ha dato vita quindi anche a una mezza maratona con partenza alla 9,40 e 788 atleti coinvolti.

Un minuto di silenzio in memoria dell’attentato alle Twin Towers e poi via verso la vecchia ss 469 che a strapiombo sul lago accarezza Castro e Solto Collina per poi perdersi fra i tornanti che portano a Tavernola. A Predore il cambio, per gli atleti della mezza Maratona e la corsa che prosegue verso Sarnico e Paratico per continuare nelle colline della Franciacorta e chiudersi sul lungolago d’Iseo. A tagliare per primo il traguardo della gara sui 42,195 chilometri è stato Andrea Cortesi dell’Atletica con un tempo di 2h54’47”.

«È stata una gara davvero emozionante – ha detto il vincitore – un tracciato suggestivo e al tempo stesso molto impegnativo. Da Lovere a Paratico si correva su un percorso pianeggiante, in Franciacorta invece i classici saliscendi delle colline hanno condizionato un po’, il caldo e l’umidità davano fastidio. Ma questa splendida cornice non ha prezzo».
Dieci comuni coinvolti (Lovere, Castro, Riva di Solto, Parzanica, Tavernola , Predore, Sarnico, Paratico, Cortefranca e Iseo), 400 volontari per correre in sicurezza, percorso parzialmente chiuso al traffico, 9 punti di ristoro e 7 di spugnaggio con 23.000 bottiglie d’acqua e 3500 integratori.

Questi i numeri dell’evento. «La maratona – ha spiegato Gabriele Rosa, organizzatore dell’evento – fa parte di un progetto più esteso, nato per valorizzare le bellezze del nostro territorio. Stiamo già lavorando per preparare la seconda edizione, con partenza da Iseo e arrivo a Lovere». Sul lago anche due eventi collaterali in contemporanea: la «Maratona del Remo» con oltre 150 barche che si sono sfidate lungo un percorso di 20 km e la 57ª edizione del trofeo «Nastro Azzurro» organizzata dall’Associazione nautica sebina. La storica regata nata nel ’54 ha visto sfidarsi moltissimi giovani velisti sulla tratta Lovere-Iseo-Lovere. Non soltanto sport in questa grande domenica, ma tradizione, cultura, riscoperta del territorio e solidarietà. Organizzate due Family Walking nei centri storici di Lovere e Iseo con raccolta fondi per aiutare Ail (Associazione italiana contro le leucemie e Acra (Cooperazione Rurale in Africa e America Latina).

La classifica della maratona
1. Andrea CORTESI (Atletica Valle Brembana) in 2h54’47”; 2. Ivan Bressanelli (Gp Legnami Pellegrinelli) a 2’56”; 3. Pio Malfatti (Atl. Rotaliana) a 4’02”; 4. Stefano Benatti (Us ) a 6’56”; 5. Simone Uberti (New Athletics) a 10’51”

Giovanni Merla – L’Eco di