Taleggio – Dopo , la zootecnia della ha vissuto il giorno seguente a Taleggio un altro dei momenti più interessanti del calendario autunnale delle manifestazioni di concorso dei migliori capi bovini. La «due giorni» si era aperta a Dossena sabato con l’organizzazione della Commissione agricola comunale presieduta da Carlo alla presenza del sindaco Anselmo Micheli, con pieno successo di partecipazione di operatori e visitatori e di qualità dei capi in esposizione con l’affermazione piena di una azienda leader del settore. Replica domenica in Taleggio con un’azienda a prevalere su tutte, alla manifestazione organizzata dal Comune di Taleggio in frazione .

Un centinaio i capi, all’incirca il 20% del patrimonio bovino vallare, i migliori di una decina di aziende ed ha primeggiato l’azienda di Guglielmo Locatelli di Reggetto di Vedesta che ha fatto l’en plein dei premi di categoria nonché dei titoli di reginetta, con la manza Tripoli , di regina, con la pluripara Clara, e miglior mammella della mostra.

Successo annunciato
La performance dell’azienda Locatelli, peraltro una replica degli anni scorsi, era prevista già alla vigilia della manifestazione, vista la qualità che ha sempre espresso con i capi allevati, in una struttura organizzata su precisi parametri di razionalità e funzionalità: Guglielmo, il «patriarca», riscopritore dello Strachitunt è aiutato a turno dai suoi figli. Vi si pratica il ristallo ( nati e cresciuti in azienda, nessun innesto dall’esterno) componente che ormai è diventata sempre più importante. Buona nel complesso la qualità dei capi anche degli altri espositori in fiera. Assegnato anche il premio di conduzione, attribuito alla tredicenne Silvia Locatelli. Tra i concorsi della bruna sono stati presentati alcuni capi di pezzata rossa dell’azienda Anconetti Rino di alla presenza di un numeroso pubblico e rappresentanti delle istituzioni salutati dal sindaco .

L’Eco di

Le immagini della Festa del Ritorno – Fiera Zootecnica di Taleggio 2011