E’ verde il colore con cui ha evidenziato il nome della località di orobica: , in Alta Valle Brembana. Il riconoscimento assegnato è il protagonismo assunto dalla comunità locale nel rendersi fautrice di progetti capaci di promuovere le risorse del proprio territorio. Ed è proprio il valore fondamentale della comunità locale come custode del territorio che le Legambiente ha voluto premiare con la bandiere verde. Alla base di tutto c’è l’entusiasmo di uomini, donne e associazioni orgogliosi del proprio territorio, riuniti nel progetto ecomuseale e ansiosi di trasmettere i valori agli ospiti. “Custodi del territorio: così potremmo definire le donne di a cui va il merito della bandiera verde, insieme agli amministratori del piccolo comune – spiega Damiano Di Simine, presidente regionale di Legambiente -. Per noi è impossibile separare la qualità culturale di un territorio, che è – appunto – una battaglia culturale prima che ecologica”.


“Ci tenevo ad essere presente alla premiazione di queste due eccellenze – dichiara Daniele Belotti, assessore regionale al Territorio – non mi stancherò mai di ribadire l’importanza della tutela delle nostre montagne. Il turismo è cambiato, non è più come negli anni settanta. E le Orobie non si sono adeguate: mancano strutture ricettive di livello. Noi comunque come cercheremo di tutelare l’ambiente e il territorio evitando la realizzazione delle seconde case come fatto finora: la nostra intenzione è di studiare un piano d’area con tutti i Comuni. L’obiettivo è quello di “sbiancare” un po’ le bandiere nere, farle diventare grigie”.

Presenti alla cerimonia di premiazione il sindaco di Ornica Gino Quarteroli, Graziella Regazzoni della Cooperativa Donne in Montagna e il Presidente della Comunità Montana Valle Brembana Alberto Mazzoleni.
Bergamo NEWS

Alberghi, Ristoranti e Appartamenti a OrnicaFotografie, immagini di Ornica
Escursioni a OrnicaManifestazioni ed eventiCartoline antiche di OrnicaScialpinismo