I lavori saranno appaltati in autunno ed entro la fine dell’anno Lenna avrà la sua nuova piazzola ecologica, nei pressi dell’area industriale. L’opera sarà eseguita in diversi lotti per giungere alla predisposizione del terreno, alla realizzazione del magazzino comunale e agli spazi da adibire alla raccolta differenziata. Il Consiglio comunale ha approvato l’acquisizione di alcune aree per dare maggior respiro al luogo e per realizzare un’area verde di schermatura della piazzola. Con la nuova opera si risolveranno i problemi di degrado dell’attuale zona di raccolta. « già da circa dieci anni sta attuando la raccolta differenziata di alcuni rifiuti – ha spiegato il sindaco Stefano Ambrosioni (« e dintorni») – abbattendo i costi attraverso la diminuzione dell’immondizia conferita al centro di Olmo».

Ambrosioni ha ventilato l’ipotesi della composizione di una commissione apposita che, a fianco dell’assessore alle Politiche ambientali Roberto Begnis, potrà individuare i criteri e le scelte più appropriate per la gestione della piazzola. L’Amministrazione poi si è aperta ai rappresentanti del gruppo di minoranza («Valorizziamo Lenna 2009-2014») che hanno sottolineato la necessità per il paese di regolamentare in modo nuovo la raccolta. «Quello che manca attualmente è la raccolta della frazione umida – ha continuato il sindaco – ma vedremo di arrivare anche a questo. Gli obiettivi di questa operazione sono anzitutto un ulteriore abbattimento dei costi e la possibilità di giungere a convenzioni con altri Comuni».

L’apertura ad altri Comuni – ha detto Elio Cortinovis («Valorizziamo Lenna 2009-2014») – è fondamentale per ottimizzare i costi e sicuramente l’opera non può essere finalizzata alla sola Lenna, ma occorre aprirsi a nuove prospettive». In apertura di consiglio, Elio Cortinovis, capogruppo di minoranza, assente alla seduta di insediamento, è intervenuto per esprimere la disponibilità del suo gruppo alla collaborazione. «Ci auguriamo l’apertura da parte della maggioranza per un lavoro di collaborazione – ha detto – soprattutto per quanto riguarda la stesura del nuovo Piano del territorio e i servizi alla persona». Il sindaco ha accolto la disponibilità del gruppo, garantendo che esistono le prospettive per una collaborazione.

Monica – L’Eco di Bergamo