albergo-braccaBracca – Il «Grande albergo » celebra oggi il secolo dalla nascita. È uno degli storici della Valle Serina e della , nato in piena Belle Epoque, negli anni iniziali dello sfruttamento dell’acqua minerale Bracca, società di imbottigliamento che proprio nel 2007 ha ricordato il centenario. La cronaca de «L’Eco di Bergamo» dell’epoca (era il luglio 1909) ricorda che «l’albergo evita prudentemente e il lusso smodato e la soverchia semplicità e soddisfa ogni onesta esigenza e non lascia mancar nulla di quel comfort che cercano e di cui abbisognano tutti coloro che vanno alle stazioni termali non per dissipazione ma per onesto svago e riposo o constatato bisogno di cura».

L’albergo venne inaugurato il 25 luglio insieme alla funicolare di San (erano gestite dalla stessa società). Una curiosità: nel programma, gli invitati vengono ricevuti alla stazione di Bergamo alle 8,50 e l’arrivo a Bracca è previsto alle 9,30 con trenino e auto: 40 minuti in tutto e forse oggi, in alcune occasioni, non si viaggia così velocemente.

L’albergo chiuse negli Anni 50, quindi è stato ricostruito e inaugurato ex novo nel 1994. La festa del centenario è stasera, alle 20, con la relazione di Dorino Corna, direttore generale della società Fonte Bracca dal 1963 al 1987 e consigliere delegato fino al 2008; a lui si deve la ricostruzione della storia della fonte, raccolta due anni fa in un libro.

L’Eco di Bergamo

Alberghi, ristoranti e trattorie BraccaFotografie Bracca