Lago BranchinoIl Lago Branchino crocevia del delle Centrale e del sull’Arera

Si arriva al Lago Branchino da 3 percorsi:

Da Valcanale, ; Da percorrendo il Sentiero dei Fiori; da Roncobello, parcheggiando l’auto alle Baite di Mezzeno e percorrendo un comodo sentiero che porta al Passo/ Baite Branchino  (m. 1821) e al suddetto laghetto.

Suggestivo il panorama che va dalla sottostante Valcanale ai ghiaioni della Corna Piana e al mandrone del Monte Arera. La zona e’ ricca di sorgenti d’acqua, specialmente provenendo dalle Baite di Mezzeno. I pascoli d’alpeggio sono frequentati da pastori con gregge di pecore… pastori rumeni e albanesi… e dal vaccaro di Oltre il colle che da molti anni, con la sua famiglia trascorre il periodo estivo dalle Baite di Mezzeno a tutto il pascolo che porta al Passo di Mezzeno, direzione Laghi . Oltre la flora, che abbonda in questi pascoli alti, sono diffusi anche animali, tra cui il camoscio e la coturnice.

Lago del Branchino Baite di Mezzeno

 Il Lago Branchino e’ meta di molti escursionisti e sci-alpinisti. In giornate calde e afose nei mesi di Luglio e Agosto, molte compagnie di giovani campeggiano in questo sito per piu’ giorni, godendo della frescura in quota delle Orobie. La conformazione della roccia e’ di origine calcarea/ dolomitica. Il Monte Arera, il Corna Piana e lo stesso Corno Branchino (palestra di arrampiacata di guide alpine della Valle Brembana) sono formati da ghiaioni.. torrioni e mandroni tipicamente dolomitici di suggestiva bellezza.

Alcuni link di interesse con informazioni sulla zona e rifugi di appoggio:

Monte AreraSentiero dei Fiori; Sentiero delle Orobie; Rifugio Alpe Corte; Rifugio Capanna 2000.

L’ALBA AL LAGO DEL BRANCHINO