La Valle Brembana è decisa a cambiare volto a partire dal 2011 : l’anno prossimo, infatti, sono previste innovazioni a , e . Tutti e tre i paesi riceveranno sovvenzioni dalla . Primi interventi previsti a Zogno, dove verrà installata una rete internet wi-fi in due parchi (quello di Villa Belotti e quello del piazzale del mercato, in località Rasga) e nella biblioteca : chiunque potrà connettersi tramite computer portatile, smartphone o altri dispositivi, ma per l’utilizzo del servizio è necessaria la registrazione sul sito del Comune. Sarà inoltre accessibile un sito internet a carattere informativo e di vetrina. Sul piano pratico è prevista la riorganizzazione di piazza Marconi (inserimento di marciapiedi, sistemazione di parcheggi e arredi urbani) e di parte di viale Martiri della libertà.

A Brembilla il progetto prevede la costruzione di un cartello di benvenuto all’inizio del paese (più precisamente nell’aiuola in via Magnavacche), la sistemazione dei giardini comunali tra la provinciale e via Don Rizzi (dove verranno rifatti i vialetti, rimossi i giochi e restaurate le fontane) e il posizionamento di impianti lampeggianti sugli attraversamenti pedonali più pericolosi, in particolare sulle strade per Gerosa e Laxolo. Vicino alla casa parrocchiale di Cadelfoglia verrà invece costruito un parco giochi, mentre quelli posizionati nel centro di Brembilla e Laxolo verranno rimessi a nuovo. Nel centro storico verrà eretto un totem informativo e nel parco giochi di Camorone saranno installati due lampioni. Per alimentare l’economia del paese verranno organizzate diverse iniziative oltre alla consueta sagra di Sant’Antonio (13 giugno) : zampognari in piazza,mercatini e mostre nel periodo di Santa Lucia.
Due interventi pianificati infine a Sedrina : la posa di due pannelli grafici luminosi all’ingresso e all’uscita del paese e un chiosco fisso (una sorta di infopoint) per la gestione delle aree pubbliche, posizionato nella frazione Botta.
Il progetto è stato portato avanti dalle tre amministrazioni comunali, 41 privati e un’associazione, il “Punto Amico” di Zogno, per cercare di alimentare l’economia dei tre paesi soprattutto mediante il turismo : all’inizio di ogni paese sorgeranno infatti dei cartelli contenenti informazioni sui luoghi caratteristici della località.
L’associazione di commercianti di Zogno ha inoltre l’intenzione di acquistare casette di legno per i mercatini e di istituire la “Fidelity Card”, mentre i 41 negozianti intendono abbellire il proprio negozio. Il progetto comprende anche impianti di video sorveglianza, riqualificazione di parcheggi e insegne luminose.