ridimensiona-divalterzera1041

La nostra cara Romana ci ha lasciato in punta di piedi, da circa un mese ormai, alla bella età di 95 anni. Nobile d’animo e riservata, era sempre disponibile a dare una mano, con la sua presenza discreta ma al tempo stesso indispensabile, nei vari aspetti della vita comunitaria.

Non possiamo dimenticare quanto tempo ha dedicato alla parrocchia, alla chiesetta di San Rocco e la sua presenza costante in occasione della « taragna in piazza» e feste simili. Le si leggeva sul volto un timido sorriso che celava una vita di fatica e di sacrifici, ma sempre dignitosa e basata su solidi principi religiosi e umani. Nel raccontare la sua vita, e lo faceva con piacere, andava fiera del periodo di permanenza a Roma; da allora infatti fu chiamata «Romana» e non più Giuseppina Molinari com’era all’anagrafe.

Con lei scompare una figura caratteristica del nostro paese, che va perdendo pian piano col tempo questi esempi significativi, queste persone dignitose e sagge. Quando festeggiava il suo compleanno nel mese di agosto, era solita dire: «Oggi sono una “ziora” (una signora), vado al ristorante». Tutti noi conserveremo un piacevole ricordo di te, cara Romana, e ti ringraziamo di cuore per la tua disponibilità e per il tuo sorriso sincero.

Gli amici di

ALBERGHI HOTEL RISTORANTI MEZZOLDO
FOTOGRAFIE IMMAGINI DI MEZZOLDO
ESCURSIONI SUI SENTIERI DI MEZZOLDO