Alta – Camion di anche per le piste di di fondo di e Roncobello, in alta Valle Brembana. La che da martedì scorso è stata portata a per allestire il tracciato della «Race in the city», tappa della Coppa del mondo di fondo in programma oggi e domani, era ormai sufficiente. Così i camion ormai carichi per il capoluogo lombardo sono stati dirottati verso le piste locali. Quanto meno la naturale di casa nostra è servita anche per rimpinguare le piste della valle. È successo ieri pomeriggio quando i camion della ditta Regazzoni di erano pronti a partire per Milano.

Il comitato organizzatore ha però ritenuto sufficiente la quantità già trasportata da martedì a giovedì, proveniente, oltre che da Ca’ San Marco, anche da e Valbondione (in questi due ultimi casi sparata dai cannoni e quindi artificiale). I camion, una decina, si sono diretti verso le piste di sci da fondo più vicine: a Branzi e Roncobello. Qui le piste sono aperte da alcuni giorni, ma con tracciati ridotti per la scarsità di neve. «Le temperature sono troppo alte – dicono dal di Roncobello (l’altra notte il termometro non è andato sotto lo zero, ndr) – e non riusciamo a sparare la neve artificiale. I camion di neve naturale son un valido aiuto per mantenere in buono stato e allungare l’anello». Situazione simile in località Gardata di Branzi, nella vicina Fondra. La pista è aperta, ma solo in parte per mancanza di neve.

http://forum.valbrembanaweb.com/piste-anelli-sci-fondo-valle-brembana-f124/neve-brembana-sulla-coppa-del-mondo-sci-fondo-t5963-63.html