Valtorta – La crisi persiste, e se non la si supera almeno si riesce a schivarla. Così la Latteria sociale di archivia in positivo l’attività commerciale del 2011, e mostrandosi come un concreto esempio di consorzio aziendale pienamente funzionante. Attiva dal 1954, raggruppa ad oggi ben 13 aziende. Un altro punto a suo favore sta nella composizione dell’organico societario, che conta giovani contadini – che hanno ereditato passione e conoscenza dai genitori – in grado di tenere le attività gestionali al passo con i tempi e l’evoluzione del mercato. Così la zoo-tecnica di può cercare di guardare avanti con fiducia, nonostante il settore agroalimentare risenta di una crisi forse senza precedenti. I numeri sono da capogiro: oltre 430 mila litri di latte lavorato e oltre 35 mila chili di formaggio. Stabili le produzioni di burro, formaggella e stracchino.

Il valore complessivo? 372 mila euro, e un premio qualità in vista per i produttori, soddisfatti dell’ottimo lavoro svolto. A dare ulteriore efficacia al progetto brembani, sono anche le collaborazioni con il Consorzio regionale Agricolturamica e l’inserimento nell’ambito dello slow food, in grado di ampliare il giro di vendita dell’attività.