sanpellegrinoL’azienda di Atlanta ha compreso che il mercato delle acque minerali nel Bel Paese è un vero business, tanto che lo vuole sfruttare appieno. Il colosso americano che commercializza la bevanda più famosa del mondo, la Coca Cola appunto, intende dare filo da torcere all’italiana San (del gruppo straniero Nestlè) sul terreno delle acque minerali. L’inserto economico del Corriere della Sera ieri ha messo a confronto i fatturati e le strategie delle due aziende: Coca Cola ha fatturato nella prima parte dell’anno 221 milioni di euro contro i 124 milioni della San (+4.7% per il colosso di Atlanta, -5.7% per l’azienda ).

La ditta italiana ha dovuto però fare i conti con un periodo di grave crisi che ha recentemente superato grazie a un accordo sindacale che ha salvato il posto a 280 dipendenti. A Coca Cola fa gola il mercato italiano, che vede particolarmente sensibile all’acqua minerale in bottiglia. Mentre tutte le altre bevande, sempre analcoliche, subiscono una flessione, il mercato dell’acqua, almeno lungo tutto lo stivale tiene eccome. Gli italiani, secondo quanto riporta l’articolo del Corriere della Sera, bevono in media 192 litri di acqua all’anno contro una media europea di 103 litri. Nel Belpaese infatti operano ben 150 aziende che commercializzano 300 marchi d’acqua minerale. E proprio San Pellegrino è uno dei leader del settore. L’azienda, passato lo spauracchio dei dazi americani sull’acqua italiana, devono ora fare i conti con la politica di alcuni sindaci che vorrebbero che i cittadini utilizzassero più l’acqua del rubinetto che quella in bottiglia.

Il tutto per una ragione di risparmio e rispetto dell’ambiente. Ma l’addi San Pellegrino Stefano Agostini ha spiegato che verso la sostenibilità ambientale saranno indirizzati gli sforzi futuri dell’azienda. L’impegno è quello di studiare trasporti innovativi e meno inquinanti, ma soprattutto lavorare di più su contenitori biodegradabili. Ma se Coca Cola guarda con sempre maggiore interesse al mercato italiano, San Pellegrino resta un leader all’estero e soprattutto negli Usa. Su tutti i tavoli dei ristoranti di New York, per fare un esempio, campeggia la classica bottiglia di vetro con la famosa stella rossa della San Pellegrino. Chapeau.

Alessandro Cosini – DNEWS

Hotel, Alberghi, Ristoranti e Appartamenti San Pellegrino Terme
Fotografie, immagini di San Pellegrino Terme
Escursioni, itinerari sui sentieri di San Pellegrino Terme
Manifestazioni, eventi a San Pellegrino Terme