La celebrazione del IV Novembre? Per me sarà quella di Averara». Il presidente della Provincia spiega che le celebrazioni quest’anno per lui saranno in trasferta. Per la ricorrenza nazionale si preparano cerimonie in memoria di Caduti e unità. Ad – il IV Novembre in realtà si festeggerà, con programma già stilato, domenica 7 novembre – il presidente spiega di volere andare «perché in questo piccolo Comune, 194 abitanti, non è mai andato nessuno delle autorità che invece partecipano in pompa magna alle celebrazioni in centro a Bergamo. Sarà un modo – dice – di stare vicino a questi abitanti».

E poi Averara è anche un Comune simbolo, date le vicissitudini del in questo periodo: «Il passo ricade sotto questo territorio, ed è nella zona al confine con Sondrio che si è svolta la vicenda del parco ». Parco previsto in alta valle che ipotizzava pale e piloni alti fino a 90 metri. Ma ora non si faranno più: dopo il no compatto di Comuni, Province (Bergamo e Sondrio) e il coinvolgimento del Ministero, sono state appianate le ultime divergenze e all’insediamento è stato detto «no». Sarà quindi questo il primo incontro pubblico brembano col vertice di Via Tasso dopo lo stop all’insediamento. «Mi hanno detto che è anche prevista – conclude Pirovano – una festa con gli abitanti in sala civica, dopo le celebrazioni».

L’Eco di Bergamo

Alberghi, Ristoranti e Appartamenti a AveraraFotografie, immagini di Averara
Escursioni a AveraraManifestazioni ed eventiCartoline antiche di Averara