Isola di Fondra – I sopralluoghi e gli accertamenti hanno evidenziato una situazione di pericolo ed è così che, con ordinanza comunale, è stato ordinato lo sgombero della frazione Via Piana a . Si tratta di un nucleo abitativo piccolo, posto sopra l’abitato di Fondra e raggiungibile solo a piedi percorrendo un . La zona sovrastante è rocciosa e sulla parete si sono verificati distacchi di massi e si sono create ampie fessure. L’area di caduta massi si trova a monte della frazione di circa 150 metri, su una zona di forte pendenza.

Grande quindi il rischio, nell’eventualità di ulteriori eventi franosi. Dopo la caduta di massi, anche di grosse dimensioni, che fortunatamente non hanno causato danni, sono stati effettuati i sopralluoghi tecnici che hanno confermato la necessità urgente di intervento. Alcuni massi si trovano in posizione di instabilità ed è stata accertata la presenza di ampie fessurazioni sul tratto di roccia sovrastante le case, oltre ad alberi abbattuti per l’effetto della caduta massi.

Somma urgenzaLa situazione di pericolo ha mosso l’amministrazione ad inoltrare allo Ster di Bergamo la richiesta per un pronto intervento a fronte di lavori di somma urgenza. Accertato il rischio di ulteriori frane e la situazione di pericolo, i lavori sono stati affidati all’Impresa «Regazzoni Antonio costruzioni srl» che provvederà alla posa di barriere paramassi, a protezione delle abitazioni della frazione. La zona era già stata evidenziata come situazione di rischio durante il monitoraggio condotto due anni fa dal Comune per conto dello Ster. Un luogo non nuovo a distacchi di roccia, che ora richiede però un intervento non più rinviabile. Il piccolo borgo ospita una decina di famiglie che lo abitano per le vacanze. La frazione conta un solo residente, ma è animata dalla presenza di famiglie native che tornano volentieri in Via Piana.

Off limits fino ad agosto
L’ordinanza vieterà la permanenza di persone nel borgo per tutta la durata dei lavori, che dovrebbero protrarsi fino verso la fine di agosto. «Purtroppo la nostra gente non potrà salire in Via Piana come accade ogni estate – dice il sindaco Giovanni Berera –. Ma abbiamo guardato all’assoluta necessità di salvaguardare le persone ed evitare danni anche alle abitazioni. Per fortuna abbiamo avuto ancora uno sguardo attento al nostro territorio da parte degli enti competenti e la zona verrà messa in ».

– L’Eco di Bergamo