Via libera agli interventi di difesa idrogeologica e messa in del territorio, previsti, in , dall’Accordo di programma siglato da Regione e Ministero dell’Ambiente il 3 novembre scorso. I contenuti sono stati presentati agli amministratori locali dagli assessori al Territorio Daniele Belotti, e all’Ambiente Marcello Raimondi. L’Accordo complessivo prevede un programma di interventi per un ammontare complessivo di 224,8 milioni di euro, di cui 77,5 del Ministero dell’Ambiente e 147,3 a carico della Regione. Il programma contiene interventi particolarmente urgenti e significativi, tra cui quelli per la mitigazione del rischio idraulico. A questi interventi strutturali è affiancato un programma di manutenzione dei corsi d’acqua, che permetterà un’azione di pulizia, riqualificazione e mitigazione del rischio in modo diffuso nei principali bacini idrografici della Lombardia.

La mappa degli interventi in :

opere difesa attiva per valanga Vendul Pietra Quadra (Trabucchello) spesa di 600.000 euro;
opere di difesa attiva delle valanghe e sistemazione idraulica, 900.000 euro
realizzazione paravalanghe nell’area di Pizzo del Vescovo, 1.200.000 euro
Carona opere di difesa paravalanghe, 1.100.000 euro
Santa Brigida opere completamento sprofondamenti aree miniere di gesso con interventi di stabilizzazione, 1.200.000 euro.
– Piazzatorre sistemazione dell’area di accumulo colata di detrito Val Gerù, opere di regimazione idraulica, 400.000 euro
–  interventi rischio valanghe Val Grande: 800.000 euro; sistemazione reti fermaneve  Pizzo dell’Orto, 120.000 euro
interventi sulla frana lungo la strada per , 100.000 euro
Dossena ripristino delle opere esistenti lungo le valli Bretta e Boia, 90.000 euro