La «Tavola della pace – Circolo Peppino Impastato» della , nell’ambito delle iniziative previste per la promozione della «Marcia mondiale della pace e della Nonviolenza», che partirà in Nuova Zelanda il 2 ottobre, organizza, per domenica la 1ª «Pedalata e concerto per la pace», posticipata, in caso di maltempo, alla domenica successiva. Il programma della giornata prevede in mattinata «Pedalata della pace»: ritrovo in bici nell’area mercato di Zogno entro le 9, si parte alle 9,30 lungo la pista ciclabile della Brembana che da Zogno. Guiderà il gruppo il vincitore di due Giri d’Italia, .

Lungo il tracciato sono previsti inoltre due punti di sosta dove altri partecipanti potranno aggregarsi alla giornata sulle due ruote: San Terme (verso le 9,30) e (verso le 10) dove ci sarà il punto ristoro dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia (Anpi) e da dove si ripartirà.

A , nel parco comunale, dalle 12 «Giornata della pace», con pranzo, dibattiti e concerto no stop; intrattenimento per i bimbi e ragazzi a cura del gruppo scout Agesci di Zogno. Tra gli altri, interverranno sui temi della pace e della non violenza padre Albino Bizzotto e don Fausto Resmini. Dalle 13,30 Concerto non stop per la pace con «Ensemble cantarchevai», laboratorio di canto corale, «Achille e i suoi talloni», i «Colour sound» e gli «Ottocento». Alle 19 aperitivo musicale con il «Quovadis duo» e dalle 20 serata rock con «John Doe» e «Route 69». Per le iscrizioni ci si può rivolgere direttamente alla partenza in uno dei tre punti di ritrovo e partenza (Zogno, , San Giovanni Bianco) al prezzo di 12 euro per gli adulti, 6 euro per i bambini fino a 8 anni. Il rientro è libero: per chi non volesse tornare in bicicletta sarà disponibile un bus navetta (2 euro a testa, bici compresa).

Silvia Salvi – L’Eco di Bergamo