A distanza di quasi dieci anni la Regione Lombardia eroga i fondi a quindici Comuni della che erano stati colpiti dall’alluvione del 2002. Dopo i fondi stanziati per gli interventi urgenti, questa seconda trance interessa opere di ripristino e di messa in sicurezza delle aree colpite. Si tratta di contributi per 5.540.000 euro che permetteranno alle amministrazioni comunali di completare interventi già avviati. E’ la seconda parte di altri fondi – pari a 10 milioni di euro – già erogati con l’accordo di programma presentato nel gennaio scorso.

Sedici gli interventi programmati in quindici Comuni. Uno tra gli interventi più attesi e che necessitava di molta disponinbilità economica, circa 800 mila euro, è quello che prevede la sistemazione della frana a Camorone, la frazione di . Tra gli interventi in attesa dei fondi regionali sono da segnalare: l’intervento al bacino dei torrenti della Valle Scura a per un importo di 650 mila euro; a verranno consolidati i versanti del torrente per 300 mila euro; a Piazza si procederà alla sistemazione idraulica del canale Canali per una spesa di 500 mila euro. A l’intervento più consistente interessa il consolidamento di un versante franoso della località Paccacorna (400 mila), mentre a San si dovrà mettere in sicurezza la località Antea Baelot Vals (400 mila). In alta , a Vedeseta sarà riqualificato il sistema di collettamento acque bianche per un importo di 400 mila.

Tre invece gli stanziamenti che interessano la : a Casnigo il consolidamento del versante in località Rasga (500 mila euro); a Gandellino il doppio intervento nella Valle Zuccotto (400 mila). Sono previsti interventi anche ad Almennno San Bartolomeo, Borgo di Terzo, , Ornica, Sant’Omobono Terme, Valsecca. Dei fondi stanziati dal Pirellone, 10% dello stanziamento sarà erogato a breve in modo che i Comuni possano sostenere i costi di progettazione. La restante cifra sarà versata in fasi successive.