“Inutile negarlo: il turismo, come tutte le attività legate a doppio filo al marketing, vive – recita testualmente il sito internet della Pro loco – soprattutto d’immagine. Lo sanno bene a Serina, dove la scorsa estate si sono toccate le 22.000 presenze nel solo mese di agosto. A luglio ne son registrate invece 15.000”. Va detto che il borgo, di 2.200 abitanti d’estate decuplica i residenti, grazie anche ai 9 (tutti a conduzione familiare) presenti sul territorio La Pro loco, il cui direttivo attuale è in carica da circa un anno (presidente Antonella Belotti), opera – come da statuto – al fi ne di promuovere il turismo, la cultura e le attività sportive.

La convenzione con l’amministrazione comunale, di recente approvata, affi da al piccolo ente del turismo la gestione di iniziative e servizi, atti a promuovere il territorio sia dal punto di vista del luogo che della valle. “Il successo di una Pro loco dipende a mio avviso – sottolinea la Belotti – sia dalle condizioni climatiche che caratterizzano le diverse stagioni (ragionevolmente una stagione estiva calda ed asciutta consente un’ampia partecipazione di pubblico a tutte le varie proposte messe in calendario), sia dall’impegno dei volontari, indipendentemente dal ‘budget’ a disposizione di cui un ente turistico e senza fi ne di lucro dispone.

Indispensabile per la realizzazione di un programma completo e corposo è la collaborazione degli enti e delle associazioni locali, le cui attività fanno da cornice ad un progetto che è tanto più ricco, quanto più variegato. In buona sostanza: una comune festa popolare, altre ad essere il risultato fi nale dell’unione di sforzi tra Pro loco ed il gruppo presso le cui strutture si svolge la celebrazione, è irrinunciabile momento di svago per tutti i turisti, i quali – a larga maggioranza – apprezzano ed acclamano tale tipo di manifestazione”. Certo, un elemento di sensibile rilevanza è altresì la collaborazione con le varie attività artigianali presenti sul territorio e le diverse realtà, il cui interesse dovrebbe essere – come fortunatamente spesso accade – la naturale conseguenza dell’attenzione rivolta da esse all’aspetto turistico, che talvolta ripaga proporzionalmente all’interesse profuso. Comunque la “Guida vacanze” 2010, contenente le manifestazioni più rilevanti sarà pronta e disponibile soltanto verso i primi di maggio. Tra gli eventi di maggior interesse dell’estate, si segnalano le tradizionali ed ormai irrinunciabili “Serate della ”, organizzate in collaborazione col gruppo alpinistico “Fancy Mountain” e del “Club Alpino valle ; l’animazione estiva a cura dello “staff” milanese di “Insalata Matta”, una manifestazione rivolta ai bambini ed ai ragazzi sino ai 16 anni; le serate danzanti del martedì e del giovedì; il servizio “bus navetta” che collega le frazioni e le zone esterne del centro storico; le serate culturali, le visite guidate, la festa del villeggiante. Quest’ultima è prevista per il 12 agosto, con un grande spettacolo pirotecnico fi nale. Ed ancora: le sagre popolari organizzate dai vari gruppi, i concerti, i “musical” ed infine le commedie dialettali.

Da poco tempo poi è stato presentato il “logo” turistico della cittadina: la scritta “Serina” in verde, attorniata da un sole che tramonta sullo sfondo di due cime, sopra le quali occhieggiano tre stelle. Il Comune ha depositato il tutto come marchio del paese presso la Camera di Commercio di . Il disegno è stato realizzato dal pittore serinese Giovanni e da un villeggiante, il prof. Franco Ciuffetta. Servirà per essere apposto e poter contraddistinguere immediatamente e caratterizzare le diverse iniziative, anche a scopo pubblicitario.

Hotel, Alberghi e Appartamenti SerinaFotografie