Il 2010 ha incoronato il Valle «team of the year» e poco importa se la gara finale di questo suo splendido anno solare si è conclusa con una sconfitta (1-2 a Fara Olivana, dopo aver vinto tutte le 14 gare di andata del campionato in corso). I numeri restano tutti a favore: 79 punti in 31 partite disputate raccontano di una strabiliante media di 2,548 a partita, la migliore fra quelle fatte registrare da gennaio a dicembre da tutte le altre formazioni del calcio .

Poco indietro, squadre di tutte le categorie, dal Sotto il Monte – – alla Tritium, che sta confermando in Seconda divisione le splendide performance prodotte in D. Del resto, questa è una classifica trasversale basata sul primo di tutti i dogmi calcistici: chi vince fa punti, qualunque sia la serie e la qualità del suo campionato.

I criteri
Per comporre la classifica generale del 2010 – che interessa tutti i campionati del calcio bergamasco fino alla Terza categoria, serie B esclusa – abbiamo seguito criteri precisi. Innanzitutto, sono state prese in considerazione soltanto le squadre che hanno partecipato a entrambe le stagioni dipanatesi durante l’anno solare: quindi, nella graduatoria di cui parliamo non compaiono i club che hanno cessato l’attività – per rinuncia, fusione o altro – la scorsa estate oppure quelli di nuova costituzione. In alcuni, sporadici casi (ad esempio Morengo, Real Mornico, Villongo) il cambio di denominazione non ha inciso sul bilancio complessivo, trattandosi delle medesime realtà calcistiche.

Per garantire l’omogeneità dei raffronti, sono state prese poi in considerazione le sole gare di campionato: dunque, non concorrono a determinare la classifica le partite di playoff o playout, né gli spareggi o le sfide di coppa, qualunque esse siano. Naturalmente, avendo ogni torneo la sua particolare struttura, è stato tenuto in considerazione il diverso numero di partite disputate, utilizzato per calcolare l’apposita media punti.

Le gare giocate
La classifica abbraccia la seconda parte della stagione 2009-2010 e la prima metà di quella in corso. In linea teorica, i due periodi avrebbero dovuto coincidere con lo scorso girone di ritorno e l’attuale girone di andata: un criterio però sconvolto dagli innumerevoli rinvii che hanno caratterizzato la fase invernale di entrambi i tornei. In ogni caso, calendario alla mano, sono state prese in considerazione esattamente le partite giocate nel corso del 2010, il cui numero può di conseguenza variare da squadra a squadra anche se riferito ai medesimi campionati.

A quel punto, per estrapolare gli elementi principali e ordinare le 203 formazioni in causa è stata calcolata la media punti di ciascuna di loro (dividendo il «totale punti assommati» per il «totale gare disputate»): un valore assoluto che ha poi originato l’ordinamento decrescente, dal Valle Brembana, primo a 2,548, al Morengo, ultimo con 0,120. In questa lista, dunque, può capitare che i 60 punti del Sotto il Monte «pesino» più dei 71 della Caluschese, in quanto i giallorossi li hanno totalizzati nell’arco di 25 partite (media punti 2,40), mentre i biancoverdi hanno costruito il loro bottino nello spazio di 30 incontri (media punti 2,367).

I primati assoluti
Ovviamente, ci sono anche valori assoluti che meritano di essere messi in adeguata evidenza, seppur poi sottoposti alla imprescindibile legge delle «gare giocate». Il Valle Brembana fa la parte del pigliatutto primeggiando anche nella classifica dei punti effettivamente conquistati (79), delle vittorie conseguite (26) e della miglior difesa dell’anno (solo 18 reti al passivo). La squadra che ha segnato di più è invece l’Acos, soprattutto nello scorso campionato Under 21 regionale (da cui i trevigliesi sono approdati alla ). Il Morengo, invece, può darsi un obiettivo per il 2011, quello di svestire la maglia nera indossata a fine dicembre: in tutto il 2010, infatti, la squadra della Bassa (21 reti fatte, 70 subite) non ha vinto una sola partita, perdendo 22 dei 25 incontri disputati e totalizzando per il resto solo 3 punti, con un pareggio a febbraio ed altri due lo scorso ottobre.

Gigi Di Cio – L’Eco di Bergamo