San 1 Loreto 1  – San Pellegrino Terme – Pari giusto tra due formazioni che si sono affrontate senza mai risparmiarsi, con la ripresa molto più spettacolare rispetto ad un primo tempo molto agonistico e falloso. I padroni di casa si presentano con Alex in avanti supportato da Davide e Nicola Zanchi, mentre il Loreto schiera un centrocampo molto folto che nei primi 45′ minuti blocca gran parte delle azioni degli avversari. La prima emozione avviene dopo dieci minuti, quando bomber tenta una semirovesciata che finisce però troppo alta.

La partita è nervosa, l’arbitro Tiraboschi ha un bel da fare e il gioco è molto spezzettato, al 32′ Avogadro ci prova di testa ma Pansera salva sulla linea, mentre al 43′ è ancora il San Pellegrino a tentare la via del gol ma l’angolo di Benintendi attraversa tutta l’area piccola senza che nessuno trovi la deviazione vincente.

La ripresa si apre col botto: al 2′ punizione dalla trequarti di Benintendi, la traiettoria non è particolarmente insidiosa ma inganna tutti, portiere compreso, e finisce nel sacco portando così il San Pellegrino in vantaggio. Il Loreto per un attimo sbanda, i locali tentano di approfittarne per chiudere il match ma il tiro-cross di Masnada viene deviato in corner da Pansera. I cittadini si riorganizzano, Poli inserisce Donadoni che dà più dinamicità sul fronte offensivo e all’8′ innesca Pennacchia che penetra in area e serve sulla sinistra Casati, ma l’attaccante svirgola clamorosamente. Poi sono ancora i termali a sfiorare il due a zero al 12′, quando l’angolo del neo entrato Matteo Milesi viene raccolto dall’imperiosa incornata di Avogadro che però è fuori misura e grazia Pansera.

Le emozioni si susseguono da ambo le parti: al 13′ botta dell’ospite Pennacchia da calcio piazzato con la palla che sfiora il palo, mentre al 26′ il brembano Alex Milesi di testa costringe Pansera al miracolo in corner. Il San Pellegrino, che fin qui ha tenuto le redini del match, crolla paurosamente e il Loreto pareggia: al 31′ assolo di Donadoni che si allarga sulla destra e fa partire un destro fulminante sotto la traversa. Per i ragazzi di Poli il gol è una rinascita, con i brembani sono costretti alla difensiva: al 37′ azione convulsa sul fronte d’attacco con destro finale di Gregis che è ben indirizzato ma debole, Vanoncini para così in due tempi.

La stanchezza d’ambo le parti rende meno lucidi: al 39′ ansia per il fortuito scontro di gioco tra Luigi Sonzogni e Fioroni, che si incornano alla ricerca della palla e poi cadono a terra doloranti, il numero otto ospite è costretto ad uscire e l’accaduto induce tutti a più consigli. Non accade più nulla, il pari viene sigillato dal triplice fischio finale.

– L’Eco di

Hotel, Alberghi e Appartamenti San Pellegrino TermeFotografie San Pellegrino Terme
EscursioniManifestazioniI Tesori del LibertyCartoline antiche