Piazza Brembana – A una ventina di giorni dalla presentazione del Piano di governo del territorio, è ancora scontro tra l’Amministrazione comunale di e il gruppo di minoranza «Piazza pulita». Il caso: in occasione del Consiglio comunale del 30 agosto scorso era stato presentato il Pgt con la previsione di un supermercato di 900 metri quadrati, in via dei Fosà. Il gruppo di minoranza aveva messo in luce come quella zona fosse periferica, con il rischio di trasformare in un paese di transito. Intanto i negozianti dei paesi dell’alta Brembana avevano espresso la loro contrarietà con una petizione.

«Toglierà clienti a San Giovanni»
Torna ora alla carica la minoranza «Piazza pulita» che, raccogliendo le proteste degli esercenti, in un comunicato stampa firmato dai consiglieri Roberto Boffelli e Dimitri Donati, afferma: «L’apertura di un esercizio di queste dimensioni influirebbe negativamente sull’assetto commerciale dell’intera zona, penalizzando tutte le piccole attività commerciali dislocate nei vari paesi, con il rischio di ulteriori perdite di posti di lavoro».

«L’amministrazione comunale ha come unico fine quello di salvaguardare il proprio territorio e di realizzare opere che possano contribuire a dare slancio all’economia del paese – replica a sua volta il sindaco Geremia Arizzi –. Ci siamo avvalsi di uno studio dell’Ascom che indica chiaramente come lo spazio per una crescita di vendita nel distretto di Piazza Brembana sia auspicabile e fattibile. I supermercati di , raccolgono gran parte dell’utenza dell’alta Valle Brembana, che potrebbe decidere di fermarsi nel nostro paese se invogliata da un rapporto qualità-prezzo migliore (a , San e San Giovanni Bianco sono aperti già sei supermercati, ndr)».

«È proprio grazie all’apporto di nuovi investimenti nel settore che si possono creare nuove opportunità per i cittadini – continua Arizzi –. La libera concorrenza fonda le radici proprio in questa visione, che ha storicamente garantito e garantirà, ne siamo certi, spazi di crescita per Piazza Brembana». Dunque si punta sulla concorrenza per stimolare la qualità dei negozi. «In questo senso – tiene a precisare il sindaco – il Pgt adottato permette agli esercizi commerciali già presenti sul territorio di ampliare la propria struttura fino a 250 metri quadrati».

«Commercianti in difficoltà»
Contrari i consiglieri di «Piazza pulita», secondo cui «le tante famiglie che con il lavorano e vivono si troveranno in forte difficoltà. Speriamo che nessuno di loro giunga alla conclusione di chiudere e abbandonare il paese, come purtroppo altri stanno già facendo per via della crisi».

Ma c’è un altro punto che il sindaco ritiene importante sottolineare: «Il progetto di sviluppo prospettato per San Pellegrino è ambizioso, ne siamo convinti. Ma crederlo realizzabile implica necessariamente una visione d’insieme quantomeno lungimirante. Piazza Brembana non può farsi trovare impreparata e deve diventare un polo attrattivo per i turisti interessati a muoversi. Ciò significa che tutto il territorio brembano potrebbe avere ripercussioni di crescita. In tal senso l’Amministrazione auspica anche la realizzazione di nuove strutture ricettive».

Alberto Marzocchi – L’Eco di

Hotel, Alberghi, Ristoranti e Appartamenti Piazza BrembanaFotografie Piazza Brembana
EscursioniManifestazioniCartoline antiche